Casalmaggiore, Cremona. E’ una prova di fantasia e di creatività, ma anche di affetto verso il proprio territorio il concorso “storie e scene di fiume”, aperto a ragazzi e bambini di ogni età dalla società sportiva ASD Atletica Interflumina è più Pomì.

– Sarà un’altra tappa di avvicinamento alla realizzazione del sogno, che i dirigenti dell’Associazione Interflumina è più Pomì e i suoi sostenitori stanno accarezzando da due anni, quello di realizzare nel podere donato dal Signor Sereni un Agriturismo/Ostello destinato a bambini, ragazzi, famiglie dell’intero Comprensorio, perché possano rendere solide e divertenti le amicizie in pieno benessere, ma possano anche incontrare e conoscere sportivi e studenti di altre città.- racconta Carlo Stassano presidente dell’associazione ASD Interflumina.

– Questa iniziativa propone di svolgere esplorazioni sulle rive e nei terreni adiacenti al fiume, di analizzare i luoghi e di documentarli utilizzando soprattutto i cellulari. Si conta di suscitare occasioni di cooperazione tra bambini e ragazzi, anche di età diverse, si auspica che nascano collaborazioni con genitori e nonni.-

Regolamento del concorso

Chi può partecipare?
1-Possono partecipare bambini e ragazzi tra gli 8 e i 14 anni. La partecipazione al concorso può essere individuale o di gruppo (max tre elementi).
2- L’autore/gli autori, se credono, potranno farsi aiutare da un adulto (genitore, nonno, ecc.) e l’aiuto dovrà essere dichiarato al momento della consegna dell’elaborato.
3-L’iscrizione al concorso deve avvenire entro il 10 Novembre e tramite un insegnante consegnata alla segreteria. Potranno essere accolte iscrizioni tardive giustificate.

Che cosa bisogna fare?
4-Realizzare una zattera o una piroga da inserire in un plastico o un diorama che rappresenti un particolare ambiente fluviale; il plastico dovrà essere realizzato con materiali naturali e/o di scarto. Il plastico dovrà appoggiare su una tavoletta di cm 80 x 80.
5-Accompagnare il diorama con 3 o 4 fotografie che rappresentino il luogo fluviale cui ci si è ispirati.
6-Inventare e scrivere una breve storia fantastica (max due facciate di foglio) correlata all’imbarcazione e al plastico/diorama.

Chi aiuta?
7- Nei giorni 17-18-19 Ottobre 2019 si svolgeranno in una scuola primaria, in una scuola secondaria e presso il Podere Santa Maria laboratori dimostrativi condotti da Roberto Lattini e Amilcare Acerbi.
8-Nel mese di Gennaio e nel mese di Aprile i formatori svolgeranno sopralluoghi nelle scuole dove ci sono state le iscrizioni, per incontrare gli allievi, valutare i loro elaborati, fornire consigli.
9-La mostra di Zattere e piroghe primitive resterà allestita sino al mese di Dicembre onde i ragazzi possano cercare ulteriori ispirazioni; la visita dovrà essere prenotata.

Quali sono i tempi di realizzazione e consegna?
10-L’elaborato andrebbe realizzato nel tempo libero, salvo che un insegnante lo inserisca nella programmazione delle sue attività scolastiche.
11-I lavori vanno consegnati entro il 23 Maggio del 2020; verranno ritirati nella scuola di appartenenza da un incaricato di Interflumina e verranno esposti nei locali del Podere Santa Maria “Storie e scene di fiume”.
12-Il Programma della mostra “Storie e scene di fiume” e delle premiazioni degli autori verrà comunicato nel mese di Maggio.

In preparazione al concorso sono stati pensati dei laboratori finalizzati a far conoscere agli allievi materiali, strumenti, tecniche del modellismo e alla presentazione di alcuni esempi di realizzazioni. Si svolgeranno presso le scuole e al Podere Santa Maria e saranno condotti da Roberto Lattini, autore della mostra “Zattere e piroghe preistoriche e primitive”. A conclusione dei laboratori verranno aperte le iscrizioni al concorso “Storie e scene di fiume”.

Informazioni, iscrizioni, prenotazioni telefonando al cell. 346.220781

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.