Tempo di lettura: 2 minuti

A novembre, in provincia di Brescia, sarà lanciata la campagna “Conoscere e vivere” rivolta ai pazienti parkinsoniani e alle loro famiglie, con un’attenzione particolare a coloro che hanno appena ricevuto una diagnosi e a coloro che stanno incontrando difficoltà ad adattarsi ad una vita con il Parkinson.

La campagna si svolgerà in concomitanza con la giornata nazionale dedicata al Parkinson del 28 novembre per la quale sono previste ulteriori iniziative.

Realizzata dall’ “European Parkinson Therapy Centre” (EuPath) di Boario Terme con il supporto di Cassa Padana e della Fondazione della Comunità Bresciana e in collaborazione con UO a valenza dipartimentale di neurologia dell’Ospedale di Valle Camonica e di ASL di Valle Camonica all’interno del progetto “la scuola della salute per una Valle della salute” , la campagna prevede uno spot su Radio Number One che verrà diffuso per tutta la provincia di Brescia, uno sportello di consulenza aperto ogni sabato su appuntamento e il lancio di un nuovo corso della durata di 6 ore nel Centro di Boario, chiamato sempre  “Conoscere e Vivere”.

Conoscere e Vivere è simile al programma creato da EuPath per la British Parkinson Association (Parkinson UK), che dopo essere stato testato con successo, è stato esteso a livello nazionale con un finanziamento di oltre un milione di sterline e sarà offerto a tutti i “nuovi” parkinsoniani del Regno Unito, non appena riceveranno la diagnosi.

Ciò consentirà di controllare il decorso della malattia sia dal punto di vista fisico che mentale, rallentandone la progressione, riducendone i sintomi e migliorando la qualità della vita.

All’inizio del 20I6 il Centro EuPaTh lancerà anche un libro scritto da personaggi celebri e da persone con il Parkinson contenente storie divertenti di una vita con il Parkinson. Il libro sarà distribuito in tutto il mondo da una casa editrice di Oxford.

E’ stato anche realizzato “Mente e corpo”, un video accessibile a tutti con esercizi da svolgere a casa divertenti ed efficaci, che se effettuati quotidianamente aiutano a mantenere e a migliorare le capacità di movimento.

Il video è stato prodotto col supporto di esperti americani del calibro della dott.ssa Becky Farley e della dott.ssa Helen Dawes dell’Università di Oxford Brookes, entrambe coinvolte nella realizzazione e nell’aggiornamento del programma terapeutico del Centro EuPaTh. L’Università di Oxford Brookes sta anche collaborando con EuPath all’ implementazione di un programma di ricerca.

EuPath è un’associazione no profit attiva in tutta Europa per promuovere ed erogare una terapia multilivello che può cambiare la vita delle persone nei primi stadi della malattia di Parkinson.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *