Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Pensando che non saranno certamente in pochi a non conoscere questa nuova sigla, vi proponiamo una sintesi dell’incontro promosso dal Sindaco di Pescarolo ed Uniti, Graziano Cominetti, con invito rivolto alle varie Associazioni locali.

I P.U.C. sono i Progetti di Utilità Collettiva, nati dalle modifiche che il governo ha effettuato circa il reddito di cittadinanza. In pratica chi percepisce il reddito, che fino ad oggi veniva distribuito pressochè ad occhi chiusi, dovrà ora rendersi disponibile per lavori a favore della comunità.

Il Comune, ha detto in apertura il Sindaco, anziché portare avanti dei progetti propri, ha preferito aprire un discorso con le varie Associazioni che operano nei diversi settori socio culturali ricreativi, nell’intento di aprire un dibattito ed arrivare assieme a progetti comuni che siano al servizio delle nostre realtà.

All’incontro erano presenti, per il comune oltre al Sindaco, i consiglieri Pezzini Marco e Calcina Emanuele e l’Assistente sociale Chiara Donelli. Per le Associazioni, Becchi Ivan (AUSER), Dondi Claudio (Pro Loco), Masseroni Giampietri (ANCR) e Ferrari Angelo (ORATORIO E AVIS). E’ stata Chiara Donelli a completare quanto detto dal Sindaco in apertura, specificando anzitutto alcune regole che impediscono, ai percettori del reddito di cittadinanza, di entrare in questi progetti, ad esempio non devono avere un entrata superiore a 8.140 euro annui, non devono essere iscritti alle liste disabili e non devono occuparsi di persone non autosufficienti o bambini di età inferiore ai tre anni.

Il loro impegno sarà minimo di otto ore settimanali e massimo di 32 mensili. Sarà poi l’ATS a seguire queste persone e a inviare a Roma i numeri da inserire in una banca dati. Il dibattito si è concluso per un aggiornamento, consentendo nel frattempo la possibilità alle Associazioni di consultare i loro organismi e riportare poi la loro scelta all’incontro convocato sempre presso il comune per le ore 16 di Lunedì 19 ottobre.