Gattatico, Reggio Emilia. All’Istituto Alcide Cervi sabato 5 dicembre si parla di latte, di stalla, di contadini e di come “sopravvivere” nel produrre latte distinguendosi, con tutti i problemi che soffocano specialmente i piccoli allevatori, il più delle volte produttori di latte di qualità. Nella  giornata di sabato dalle 9 al 17,30 il dibattito si soffermerà sulle strategie per sopravvivere: latte o fabbriche di latte? Quale latte, attraverso quale agricoltura, in quale società? L’inconrtro è aperto a tutti.

Ecco il programma:

Ore 9.00 Apertura lavori
Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Alcide Cervi, saluto di benvenuto.

Ore 9.15 Alternative per famiglie di produttori di latte: lasciare il campo all’allevamento industriale, diversificare le produzioni e cercare un rapporto diretto con il consumatore, mantenere la specializzazione e rafforzare la filiera con soluzioni tecniche e organizzative?

Antonio Onorati, Presidente Centro Internazionale Crocevia, presentazione del convegno all’interno del progetto Hands on the land.

Giardo Filippini, Presidente di Rurali Reggiani (associazione di promozione sociale) e allevatore di vacche da latte nel Comune di Reggio Emilia con un’azienda plurifamiliare.

Fabrizio Garbarino, presidente di ARI ‐ Associazione Rurale Italiana (membro del Coordinamento Europeo Via Campesina), allevatore di capre in Piemonte con un’azienda piccola‐cooperativa.

Ore 10.15 Il mercato internazionale del latte. Produrre nel nord e nel sud dell’UE, flussi di latte e derivati verso l’Italia. Prospettive per l’azienda famigliare o per l’allevamento industriale. Efficienza produttiva dell’azienda da latte e ruolo delle DOP, dell’industria alimentare e della GDO (marchio collettivo, marchi aziendali, etc).

Gerard Chòplin, agronomo militante del movimento contadino, esperto di politiche agricole, Bruxelles.

Alberto Menghi, Centro Ricerche Produzioni Animali, Reggio Emilia.

Nicola Filippini, rappresentante di ARI nell’Osservatorio di mercato del latte dell’UE.

Ore 11.15 Caratteristiche dei prodotti lattiero caseari in base alle tipologie di allevamento. Contenuti nutritivi del latte da erba e del latte da cereali. Strategie di differenziazione del prodotto e del territorio. Istituzioni partecipate dai produttori per le scelte su tecnologie, uso delle risorse, servizi alle famiglie e informazioni ai consumatori.

Roberto Cavaliere, European Milk Board, comitato europeo di produttori di latte.

Giuseppe Losi, professore emerito nelle scienze sul latte e derivati, Università di Bologna.

Ore 12.00 Dibattito con i partecipanti: domande e risposte Ore 13.00 Pranzo

Ore 14.30 Passaggi cruciali nella politica lattiera in Europa e in Italia. Azienda famigliare o azienda industriale: costi e redditi, foraggio e paesaggio, salute e alimento, scarto e confezione-Alternative.

Corrado Pignagnoli, consigliere per governanti e organizzazioni a livello locale e nazionale. Antonio Onorati, presidente Centro Internazionale Crocevia. Ore 15.30 Dibattito con i partecipanti: domande e risposte

Ore 16.30 Contributi di rappresentati delle organizzazioni e delle istituzioni

Ore 17.30 Interventi Conclusivi

 

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.