Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Ministero delle Politiche agricole invita le parti interessate a intervenire nel dibattito per la costruzione del nuovo bando per i contratti di filiera e di distretto. E’ possibile inviare le proprie osservazioni entro il 22 ottobre 2021 all’indirizzo pec: saq.direzi[email protected]

I contratti di filiera e di distretto, secondo lo schema del passato, prevedono progetti di investimento di importo compreso tra 4 e 50 milioni di euro, per la realizzazione delle seguenti tipologie di interventi ammissibili:

a) investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
b) investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli e la commercializzazione di prodotti agricoli;
c) investimenti concernenti la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli;
d) partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità;
e) misure promozionali a favore dei prodotti agricoli;
f) progetti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo.

Le agevolazioni concedibili sono articolate nella forma di contributo in conto capitale e di finanziamento agevolato, subordinate alla concessione di un finanziamento bancario.

I beneficiari finali sono le imprese che concorrono direttamente alla produzione, raccolta, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (agroalimentari, ittici, forestali e florovivaistici) e le imprese che forniscono servizi e mezzi di produzione.
Da cronoprogramma il nuovo bando per i Contratti di Filiera è atteso per la fine dell’anno in corso, con presentazione domande dal 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome