Tempo di lettura: 1 minuto

Il Contratto di sviluppo favorisce la realizzazione di programmi strategici e innovativi di rilevante dimensione, per rafforzare la struttura produttiva del Paese attraendo anche investimenti esteri.

Sono tre le categorie di programmi agevolabili, con un minimo di 20 milioni di euro, ovvero programmi di ricerca e sviluppo industriale, per la tutela ambientale e per lo sviluppo di attività turistiche.

I progetti possono essere presentati da più soggetti in forma congiunta tramite lo strumento del contratto di rete.

Le agevolazioni sono concesse in diverse forme, anche in combinazione tra loro, così come definite in fase di negoziazione sulla base delle caratteristiche dei progetti e dei relativi ambiti di intervento, ovvero nelle forme di finanziamento agevolato, contributo in conto interessi, contributo in conto impianti e contributo diretto alla spesa.

Le domande devono essere presentate ad Invitalia, in via telematica, secondo la modalità a sportello.

Al 1° settembre sono 72 i contratti di sviluppo già finanziati per un importo di 1,3 milioni di euro di agevolazioni concesse, a fronte di 2,7 milioni di investimenti attivati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *