Sta per aprire il nuovo bando di Regione Lombardia dedicato a sostenere le startup e gli aspiranti imprenditori. A differenza del passato gli incentivi saranno a fondo perduto e permetteranno di finanziare sia l’avvio di impresa che le prime spese per lo sviluppo dell’attività aumentandone le possibilità di sopravvivenza nel breve-medio termine.

Sono due le misure previste.

  • La misura A è rivolta alle pmi e ai liberi professionisti con meno di 2 anni di attività e prevede la concessione di un contributo fino a 50 mila euro, nel limite del 40% delle spese sostenute.
  • La misura B è invece aperta alle pmi attive da 2 a 4 anni e consente di ottenere un contributo fino al 50% dell’investimento ammissibile, con un massimo di 75 mila euro.

Rientrano ad esempio fra le spese per l’avvio: l’acquisto di macchinari/impianti, hardware e software, l’adeguamento di impianti e ristrutturazione, la locazione di attrezzature, laboratori/sede operativa, il personale (max 20%), l’acquisto licenze, lo sviluppo di un sito web e le consulenze.

Per i piani di consolidamento sono inoltre ammissibili i costi relativi all’acquisizione di una nuova sede, l’acquisto di brevetti, licenze d’uso e servizi software, certificazioni di qualità, il deposito e la registrazione di marchi e brevetti.

Si attende a breve la pubblicazione del bando.