Aprirà a gennaio il bando che favorisce l’inserimento di ricercatori nelle aziende venete. A disposizione vi sono 5 milioni di euro. L’intervento finanzia le spese sostenute per il personale di ricerca, la ricerca contrattuale, il personale dipendente, strumenti e attrezzature, conoscenze e bevetti, consulenze specialistiche e servizi esterni, spese per la realizzazione di un prototipo, spese generali.

Rientrano nella definizione di “ricercatore” il personale in possesso di un dottorato di ricerca conseguito presso una Università italiana o estera, oppure in possesso di Laurea Magistrale in discipline in ambito tecnico o scientifico purché impiegato in attività di ricerca e sviluppo o innovazione.

E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto nella misura massima di 150.000 euro per ciascun beneficiario. Le domande andranno presentate esclusivamente per via telematica dal 17 gennaio al 17 febbraio 2017.