Tempo di lettura: 1 minuto

La presenza di amianto in azienda rappresenta una forte criticità per gli imprenditori,
oltre che un potenziale pericolo per la salute dei lavoratori.

Fino al 5 giugno le imprese che decidono di effettuare nuovi interventi di rimozione e
bonifica possono usufruire di un contributo a fondo perduto a sostegno di tali spese. Sono ammessi a contributo i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto riguardanti la rimozione: di intonaci o coibentazioni, da mezzi di trasporto, da impianti e attrezzature, di piastrelle e pavimentazioni, di coperture, di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere.

Gli interventi devono prevedere anche il successivo trasporto e smaltimento in
discarica autorizzata. Sono esclusi l’incapsulamento e il confinamento e il mero smaltimento.

A fronte di tali interventi è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto
fino a 130 mila euro.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *