Apre il Bando del Programma di Sviluppo Rurale dedicato alle filiere corte della Lombardia. La dotazione finanziaria disponibile ammonta a 1, 2 milioni di euro. I progetti devono prevedere un accordo di partnership tra più imprese agricole e altri soggetti.

L’obiettivo è quello di favorire la cooperazione e ridurre i passaggi tra produttori e consumatori, lo sviluppo di tecnologie che facilitino la vendita attraverso la rete internet (ad esempio attraverso il commercio elettronico, box schemes, vendita a catalogo, etc.) e le modalità di vendita e promozione a contatto diretto con l’acquirente finale (mercati degli agricoltori o farmers market, sistemi di acquisto e consegna a domicilio, vendita in forma itinerante).

La misura prevede la concessione di un contributo fondo perduto dal 40% al 50% delle spese ammesse. Possono essere finanziati i costi relativi a investimenti (ristrutturazione, acquisto di impianti macchine e attrezzature, arredi; applicazioni e programmi informatici) e per attività di promozione.

Lo sportello per la presentazione delle domande resterà aperto dal 27 aprile al 30 giugno 2020.