Le imprese che intendono avvalersi della consulenza di un export manager possono ottenere un contributo a fondo perduto per la realizzazione di un progetto di internazionalizzazione nei Paesi extra europei.

La misura di SIMEST consente di spesare l’inserimento temporaneo in azienda di un esperto, nonché altre spese accessorie strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza dell’export manager.

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato fino a 150 mila euro con durata 4 anni, e non prevede garanzie. Si aggiunge dal mese di giugno la possibilità di richiedere la concessione di un contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese.

Nel corso dell’estate 2020 sono inoltre attese altre novità per effetto del decreto rilancio: è prevista infatti l’estensione della misura ai Paesi europei, e l’ammissibilità fra le spese anche della consulenza di altre due figure professionali, il digital marketing manager e l’innovation manager.