Tempo di lettura: 2 minuti

Passmakers, brand della software-house Velamic, mette la propria tecnologia a servizio della comunità sviluppando Famezero, un’applicazione compatibile con sistemi operativi iOS e in seguito Android, creata per ridurre lo spreco di cibo ed aiutare le persone più bisognose.

Nata in collaborazione con Monsignor Francisco Frojan della Segreteria di Stato della Santa Sede e con l’ambasciata del Belize in Italia, l’applicazione viene presentata l’8 dicembre a Roma, giorno in cui si ricorda l’Immacolata Concezione.

L’idea è semplice: dare a tutti la possibilità di condividere il surplus di cibo con chi ne ha bisogno, tutti i giorni e senza doversi recare presso i centri di raccolta. Per realizzarla, uno strumento entrato ormai nella quotidianità di ogni utente: un’applicazione per smartphone.

Lo scopo è mettere in contatto i singoli cittadini e le aziende (donatori) con incaricati (angeli) che si occuperanno di raccogliere il cibo messo a disposizione e portarlo ai centri di raccolta (mense o associazioni di volontariato). Scaricando l’app sul proprio dispositivo e registrandosi, anche tramite i propri profili social, è quindi possibile visualizzare i centri di raccolta sulla mappa interattiva e inviare segnalazioni in tempo reale. L’angelo più vicino riceve tale comunicazione e procede al ritiro del cibo.

La vera innovazione, possibile grazie agli avanzati sistemi che sfruttano la geolocalizzazione, è la tracciabilità del cibo attraverso notifiche push, in modo che il donatore può sempre sapere se e quando la donazione è andata a buon fine, in tempo reale. La tecnologia di Passmakers consente inoltre la totale trasparenza, certificando tramite un voucher digitale il ruolo e l’identità di ciascun angelo e donatore, garantendo (se richiesto) l’anonimato dei donatori e classificando i soggetti coinvolti in un sistema di ranking. Laddove angeli o donatori non si dimostrino all’altezza del ruolo, verranno infatti segnalati con un punteggio negativo e bloccati dal sistema.

CONDIVIDI
Valentina Bragazzi
Nata e cresciuta a Parma, dal 2009 faccio parte del team Popolis. Mi piace l’arte, non a caso sono laureata in “Beni artistici, teatrali, cinematografici e dei nuovi media”, il cibo (da mangiare e da preparare) e lo snowboard. Ah dimenticavo…toglietemi tutto, ma non il mio smartphone !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *