Tempo di lettura: 3 minuti

Rafforzare le capacità tecniche e finanziarie degli intermediari finanziari nel paesi della fascia sud ed est del Mediterraneo e sviluppare le iniziative economiche, già esistenti o emergenti, di tipo sociale e green.

coopmedSono questi gli obiettivi a cui vuole contribuire CoopMed, un fondo ad impatto sociale di diritto belga di cui Cassa Padana, insieme ad altre organizzazione europee di finanza etica tra cui Banca Popolare Etica, Crédit Coopératif, Sefea, FEI e Solimut Mutuelle de France, è socia.

I paesi del Mediterraneo Sud ed Est, detti PSEM, hanno in comune l’esigenza di creare lavori di lungo periodo,  di ridurre l’economia informale (che conta per il 20-40% del PIL), di crescere in un modo sostenibile ed equo per tutti e di far fronte a bisogni sociali crescenti. Tutti trend che sono andati esacerbandosi a partire dalla Primavera Araba. Per affrontare queste sfide e lottare contro povertà, disoccupazione, disuguaglianza e disgregazione sociale, oggi più che mai l’innovazione sociale ed economica  può essere determinante. L’economia sociale e solidaria sostiene l’interesse generale, coinvolgendo senza discriminazioni tutta la società, si basa su principi imprenditoriali di sostenibilità e mantiene le sue radici nel territorio. È un’economia disegnata per rispondere ai bisogni umani, come quelli del lavoro, e massimizzare l’impatto sociale.

La città di Salfit in Palestina
La città di Salfit in Palestina

La missione statutaria di Coopmed è di sviluppare nei paesi del Mediterraneo Sud ed Est (Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Marocco, Palestina, Tunisia e Turchia)  un’economia ad impatto sociale e attenta all’ambiente e ai cambiamenti climatici, facilitando il finanziamento diretto degli intermediari finanziari locali (istituzioni di microfinanza, banche locali e società mutue) che si rivolgono a imprese micro, piccole e medie (MSMEs), cooperative, ONG o organizzazioni della società civile attente agli impatti sociali (generazione di impiego) e ambientali del loro business. Il Mediterraneo, con CoopMed, aggiunge così una nuova sfumatura al suo essere ponte fra culture e continenti diversi.

impulseeuropeIl gestore dei fondi di CoopMed è Impulse Europe, una società specializzata nel settore dell’economia sociale, facente parte del Gruppo francese Crédit Coopératif. Esperienza degna di nota di Impulse Europe è CoopEst, coopestesperimento simile a Coopmed, attivo dal 2006, i cui paesi beneficiari sono quelli dell’Europa centrale, dell’Est e del Caucaso. In pochi anni CoopEst è stata riconosciuta come una best practice europea nel settore e pioniere nel finanziamento di operatori finanziari sociali nella regione.

L’analisi dei bisogni, la strutturazione dell’offerta finanziaria, il supporto strategico ai progetti, la gestione del rischio e la misurazione dell’impatto sociale e ambientale degli interventi di CoopMed verrà valutato periodicamente utilizzando la stessa metodologia già sperimentata su CoopEst.

CoopMed fornirà ai beneficiari esperienza, supporto, scambi di buone pratiche e trasferimento di conoscenze in varie aree tra cui quelle dell’economia sociale, del finanziamento dell’economia verde, della strutturazione di reti di cooperative e mutue, nella definizione, trasposizione e adattamento di quadri legali per una finanza più inclusiva e responsabile. Tutto questo facendo affidamento sulla rete europea di attori dell’economia sociale e dell’impact investing che intendono contribuire alle dinamiche socio economiche del Mediterraneo.

inmaaCoopMed, che è stato presentato il 26 febbraio a Marsiglia in occasione del “Forum degli attori dell’imprenditoria nel Mediterraneo” promosso da ACIM (Agenzia per lo sviluppo dell’impresa nel Mediterraneo) ha già approvato due decisioni di investimenti in istituzioni di microfinanza, nello specifico Acad in Palestina e Inmaa in Marocco, entrambi destinati ad agevolare l’accesso al credito per imprese femminili operanti in aree rurali. Con la sua dotazione, che attualmente ammonta a 10,5 milioni di euro (con la possibilità di arrivare in poco tempo a 20 milioni), CoopMed erogherà finanziamenti ai beneficiari a medio e lungo termine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *