Cremona. Nuove misure da oggi sino a domenica 8 marzo adottate in seguito all’uscita del nuovo Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo, che proroga alcune delle misure già adottate per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Restano invariate le misure per la cosi detta “zona rossa” con il divieto di accesso o di allontanamento dal territorio comunale e la sospensione di servizi, scuole, attività commerciali e culturali.

Per la cosi detta zona gialla le misure applicabili per questa settimana nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona,

riassumendo sono:

  • Scuole chiuse fino all’8 marzo. I docenti programmano lezioni e-learning. I presidi e il personale ATA vanno al lavoro.
  • nuova chiusura delle attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, ad eccezione delle prestazioni per garantire i livelli essenziali di assistenza, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi;
  • chiusura nelle giornate di sabato e domenica delle medie e grandi strutture di vendita e degli esercizi commerciali all’interno dei centri commerciali e dei mercati, ad esclusione delle farmacie, delle parafarmacie e dei punti vendita di generi alimentari;
  • mantenuto il divieto di fare eventi e spettacoli, cinema compresi
  • nuova apertura dei musei solo se l’ingresso è contingentato (a Cremona i Musei Civici, la Biblioteca e il Museo del Violino rimarranno chiusi);
  • ristoranti e bar e pub aperti solo condizione che i clienti occupino solo i posti a sedere e mantengano una distanza di un metro
  • limitazione dell’accesso dei visitatori alle aree di degenza, da parte delle direzioni sanitarie ospedaliere;
  • la rigorosa limitazione dell’accesso dei visitatori agli ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali per non autosufficienti

Testo integrale del Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo