Rezzato, Brescia. Alla Fondazione PInAC dal mese prossimo sono in programma dei percorsi di formazione condotti da artisti specializzati in diversi ambiti e linguaggi dell’arte. I corsi approfondiscono i processi del fare e le tecniche artistiche coinvolte favorendo la riflessione critica circa le loro implicazioni educative e didattiche.

Le iscrizioni ai corsi sono già aperte: info@pinac.it. 030 2792086 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12.30).

La PInAC (Pinacoteca Internazionale dell’Età Evolutiva Aldo Cibaldi) è un museo dinamico internazionale che raccoglie, studia e promuove l’espressività infantile. La collezione storica è unica nel suo genere in Italia e in Europa e rappresenta un ponte ideale con i bambini e i popoli del mondo intero: fondata da Aldo Cibaldi negli anni Cinquanta, conta oggi oltre 7.400 opere provenienti da 76 Paesi. E’ anche un centro di sperimentazione creativa che sostiene il diritto all’espressione e all’arte per tutti i bambini, le bambine e gli adulti interessati.

Ecco l’elenco dei corsi:

Natura naturante a cura di Daniela Perani. Giovedì 15 marzo e giovedì 22 marzo, dalle 17 alle 19.30. Un corso che introduce all’acquerello. Le trasparenze, la naturale luminosità e le caratteristiche velature di questa tecnica artistica ci permetteranno di giocare con il concetto di sovrapposizione creando macchie di colore ogni volta diverse. Durante il corso i partecipanti sono invitati a compiere un viaggio attraverso la natura e la scrittura di J.A. Baker. Verranno individuate soste di contemplazione per dare forma e colore a ciò che ci circonda attraverso l’acquerello. Nell’ambito del corso verranno presentati albi Illustrati, artisti e video a tema.

Haiku: sensi, immagini, parole a cura di Silvia Geroldi. Giovedì 12 aprile e giovedì 19 aprile, dalle 17 alle 19.30. L’haiku è una forma poetica proveniente dal Giappone. Durante il corso si esploreranno le potenzialità espressive e multidisciplinari di questi testi sintetici solo apparentemente semplici, inquadrandoli in un percorso di valorizzazione dello sguardo poetico nella vita quotidiana. Attraverso la manipolazione di materiali e carte di vario tipo si darà forma ad un piccolo libro cucito con la rilegatura orientale. Il viaggio nell’atmosfera rarefatta degli haiku si compirà attraverso la lettura di albi illustrati e componimenti classici giapponesi e italiani.

Costo di ciascun corso (due incontri da 2 h e 30): €50 a persona. Tutti i materiali sono inclusi. 

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.