Acquanegra Sul Chiese, Mantova. Al via i corsi di educazione ambientale al parco Oglio Sud, rivolti ai docenti, alle GEV ,agli educatori ambientali e a tutti gli interessati, che spazieranno nei vari argomenti dentro, intorno e lungo il fiume: di uomini, acque,  erbe e animali,  per incuriosire e stimolare educatori e cittadini alla scoperta dell’ambiente fluviale. Mercoledì 6 settembre presso la Fattoria Didattica Le Bine, una intera giornata dedicata alla presentazione dei corsi.

Partner del progetto saranno la Fattoria Didattica Le Bine, l’Ecomuseo Valli Oglio Chiese, l’Ecomuseo Terre d’Acqua tra Oglio e Po, l’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, il Labter CREA di Mantova.

Il percorso prende le mosse da una “chimica” speciale, quella delle idee, che incontrandosi danno vita a proposte nuove, e dal desiderio di andare oltre le apparenze  per scoprire i segreti, le storie, le caratteristiche nascoste del territorio. Un invito a  osservare, approfondire, curiosare, scavare, ascoltare per comprenderne  la natura più intima. Questo è ciò che il parco propone nei corsi di educazione ambientale, con l’auspicio che possa essere messo in pratica specialmente nelle scuole.fischione

Osservare fenomeni e cambiamenti, capire da dove provengono e da cosa sono generati, avvalersi delle nuove scoperte per progredire nella conoscenza, immaginare sviluppi futuri e migliorare il rapporto con l’ambiente e con le persone che lo vivono: in una parola migliorare la propria vita.

Quest’anno le proposte si arricchiscono e completano intrecciandosi ad altri stimoli. Il primo è “Natura in movimento” andndo alla scoperta dei territori naturali di Lombardia che cambiano e si trasformano, – progetto regionale di tutte le aree protette della Lombardia, coordinato da AREA Parchi.Il progetto “Natura in Movimento” si rivolge a tutte le scuole lombarde (infanzia, primaria, secondarie di primo e di secondo grado) e consente di scoprire e studiare il territorio “in trasformazione”.camomilla e papaveri

Il Parco Oglio Sud è l’unica realtà tra i parchi lombardi a impostare l’attività didattica secondo il principio di “formare il formatore” che ha visto nelle precedenti edizioni dei corsi una grande partecipazione dei docenti.

La giornata del 6 settembre è il momento di partenza e di presentazione dell’intero progetto di educazione ambientale caratterizzato da una armonica pluralità di proposte che spaziano dalla ricerca scientifica alla ricerca storica, dalle occasioni divulgative agli incontri con gli autori, dallo stimolo alla creatività    alle suggestioni poetiche, senza dimenticare i momenti ludici e di coinvolgimento diretto dei bambini e degli adulti  che vivono, studiano, attraversano il territorio del Parco.