Mi scrive Cortigiana57, femmina, anni 53, mano destra

grafo_cortigiana57

Capita, a volte, come in questo caso, di rilevare inusuali analogie, uguaglianze, identità di Segni, tra scritti inviati da nick differenti, come (per fare un esempio) l’uso degli spazi e i rapporti proporzionali tra maiuscole e corpo di parola. Sarebbe estremamente interessante incontrare di persona questi due soggetti , per osservare se – come dice Padre Moretti – somaticamente, o nel tono e nel ritmo dell’eloquio sussistano corrispondenze.
Uno studio decisamente intrigante. A meno che non ci sia stata una punta di maliziosa “messa alla prova”…

Il soggetto risulta ipersensibile, improntato all’educazione, non solo di tipo formale, ma anche sostanziale, con punte di dolore nel vissuto, punte che richiederebbero cure ed attenzione. Risultano importanti anche le seguenti caratteristiche:
– Capacità di osservare e memorizzare il più piccolo particolare; di ripescarlo dalla memoria anche dopo molto tempo
– Rifiuto per superficiali, fatui, rozzi e ineducati di entrambi i sessi. A questo proposito, si nota una ritrosìa che può portare il soggetto a chiudersi in sé, di fronte a scortesie gratuite o meno; a gesti offensivi, a dispetti anche scherzosi.
– Nonostante l’ipersensibilità e la tendenza a sentire il dolore ingigantito, CORTIGIANA 57 sa amare, anche in modo carnale, con punte di possessività spasmodica. Per il resto, invece, si notano capacità di generosamente dare, purchè vi sia un sano “do ut des”.
– CORTIGIANA 57 è una riflessivo/meditativa: non gradisce parlare a vanvera, o di cose inutili. E’ contenuta nell’espressione, sobria nella scelta dell’eloquio. Preferisce la parola scritta a quella orale. A volte, quando si lascia andare, può esplodere, per stress da accumulo, per “vaso pieno” e può diventare scontrosa.
– La stanchezza psicofisica è combattuta con la volontà. Ma può condurre a reazioni esplosive e non motivate dal momento contingente.
– E’ presente l’Ansia, retaggio di un vissuto che il soggetto non riesce a buttare alle spalle: risente ancora di dolori e traumi passati, dei quali, spesso, si incolpa inutilmente; questo può portare a difficoltà nell’allacciamento dei rapporti affettivi e ad una non lieve discriminazione nello scegliere coloro che siano degni di essere ammessi alla propria intimità, amicizia, conoscenza.
– Capacità di analisi e capacità di sintesi risultano ben equilibrate, anche se risentono dell’ipersensibilità di base.
– Teme per la salute e la materialità propria ed altrui, ma vuole affrontare le situazioni, quasi per avere certezza del proprio Io. Anche se, poi, riesce a mediare con fantasticherie realtà e non realtà.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.