A soli tre mesi dalla firma del contratto di locazione dell’ufficio, il 13 novembre 2007 la cittá di Buenos Aires ha ospitato l’inaugurazione della prima sede estera del Centro Internazionale di Assistenza al Credito Cooperativo.

La ceremonia si é inserita in una settimana di intensa attivitá e collaborazione tra il credito cooperativo argentino e quello italiano, durante la quale la Banca d’Italia e Federcasse, assieme al Direttore di Cassa Padana Luigi Pettinati, hanno preso parte al seminario sulle “Casse di Credito Cooperativo: l’esperienza italiana”, svoltosi presso la sede della Banca Centrale della Repubblica Argentina (BCRA).

Il seminario ha costituito un passo significativo per le relazioni tra i due paesi, dato che la delegazione italiana si é impegnata a fornire un aiuto concreto alle autoritá argentine nel loro tentativo di ridare accesso al credito alle fasce della popolazione di fatto escluse dal circuito finanziario formale. Finita quindi la sessione del seminario, il mondo cooperativo italo-argentino si é trasferito nella sede del CIACC per partecipare ai festeggiamenti per l’inaugurazione.

Dopo un breve periodo di attesa, per dare il tempo a tutti gli invitati di raggiungere la sede dell’ufficio, e in presenza di esponenti e funzionari dell’Ambasciata d’Italia in Argentina, del BCRA, dell’INAES (l’Istituto Nazionale dell’Associazionismo e dell’Economia Sociale), della Banca d’Italia, di Federcasse, della sede di Buenos Aires dell’Universitá di Bologna e di tutto il settore cooperativo argentino, il Direttore di Cassa Padana ha dato inizio al cerimoniale, vissuto in diretta anche dall’Italia, dove i membri del consiglio d’amministrazione di Cassa Padana e alcuni dipendenti hanno assistito alla videoconferenza nella sala consigliare della sede della banca.

Il direttore ha ringraziato i partecipanti all’evento e ha presentato il Centro Internazionale di Assistenza al Credito Cooperativo come una casa, la cui porta é aperta a chiunque abbia bisogno e soprattutto a chi condivide i valori di cooperazione e di aiuto reciproco che il credito cooperativo racchiude in sé da sempre. Dopo queste semplici ma efficaci parole, il direttore ha passato il testimone all’ambasciatore italiano in Argentina Stefano Ronca, il quale ha cordialmente sottolineato il piacere con cui brinda a questa nuova iniziativa italiana, esprimendo gli auguri piú sinceri per una collaborazione italo-argentina significativa e ricca di frutti per entrambe le nazioni.

Infine, é stata data la parola ad Arnaldo Bocco, Direttore della Banca Centrale della Repubblica Argentina e impegnato da molto tempo nel progetto di rinascita delle casse di credito cooperativo nel suo paese, progetto nel quale Cassa Padana é stata coinvolta giá da un paio d’anni e invitata a fornire un supporto attivo in base alla sua esperienza italiana ed internazionale.

Bocco si é preoccupato innanzitutto di ringraziare tutto il team di Cassa Padana per l’impegno e la dedizione che ha sempre dimostrato nei confronti degli amici argentini ed ha apertamente garantito tutto l’appoggio da parte della Banca Centrale al CIACC nella sua attivitá di assistenza alle casse di credito argentine e al credito cooperativo in generale.

Non potevano mancare all’evento Domingo Benso, in rappresentanza della mutuale di Devoto, provincia di Cordoba, e don Attilio Zorzetti, padre di Gambara da anni impegnato sul fronte argentino nella sua attivitá di evangelizzazione e di aiuto alle fasce piú indigenti della popolazione. Il padre, in linea con la tradizione del credito cooperativo italiano ed europeo, nato ai piedi dei campanili, ha concluso la cerimonia con una benedizione alla sede del CIACC, durante la quale ha augurato che il Centro possa svolgere la propria attivitá ispirandosi ai valori di cooperazione ed aiuto reciproco, di sicura matrice cristiana ma comuni anche ai movimenti di credito cooperativo nati sotto l’egida di altre religioni.

Inaugurato, il CIACC é ora pronto a muovere i primi passi: farsi conoscere e partire con il primo progetto pilota, quello della trasformazione in cassa di credito della mutuale di Devoto.