Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Bonus Pubblicità consente di recuperare fino al 50% delle spese per campagne di advertising sulla stampa, radio e TV.

Come spiega una nota del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, a seguito dell’approvazione del Decreto Sostegni bis, il regime derogatorio già previsto per la stampa viene esteso agli investimenti pubblicitari effettuati sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato. Anche per gli anni 2021 e 2022, quindi, viene meno il presupposto dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento pubblicitario, rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per l’accesso all’agevolazione fiscale.

In considerazione della novità, è stata differita la finestra temporale per la prenotazione dell’incentivo dal 1° al 30 settembre 2021 (tale termine potrebbe essere spostato dal 1° al 31 ottobre 2021).

Le domande già inviate nella precedente scadenza di marzo restano valide e verranno valutate secondo le nuove regole. E’ comunque possibile effettuare una nuova richiesta.