Tempo di lettura: 2 minuti

Lendinara (Rovigo) – Si chiama “creHo Valore” la nuova opportunità per chi ha un’idea, non necessariamente d’impresa, che necessita di un supporto anche economico per essere avviata o sperimentata.

Come cita il bando “avere una buona idea è un buon inizio, ma spesso non è abbastanza per dare avvio ad un’impresa o almeno ad una sua sperimentazione e “creHo Valore” tenta di offrire spazi e strumenti di sostegno a chi intraprende un’azione importante e difficile (l’impresa nel suo significato letterale) ancor prima di essere, voler essere o poter essere un’azienda”.

Il bando si rivolge a giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni che vorranno eleggere WakeHub! quale sede operativa delle proprie attività, proponendosi di co-finanziarne alcune tipologie di spesa (notarili, attrezzature, formazione e piattaforme digitali) fino ad un massimo del 50% o, comunque, fino a 500 euro per richiedente ritenuto meritevole.

I protagonisti dell'iniziativa. Il quarto da sinistra è Claudio Fiorenzato, direttore della filiale di Rovigo di Cassa Padana
I protagonisti dell’iniziativa. Il quarto da sinistra è Claudio Fiorenzato, direttore della filiale di Rovigo di Cassa Padana

Il fondo ha una disponibilità di partenza di 2.000 euro e, in caso di esaurimento, potrà essere rifinanziato dalla rete di progetto entro il periodo di sperimentazione.

Nello slogan “diamo credito alle buone idee” si vuole riassumere lo spirito di un’iniziativa che mira in primo luogo ad anticipare fiducia e dare tempo perché le ipotesi possano essere verificate.

“creHo Valore” si propone come uno spazio di sfida in cui il rischio possa essere una componente meditata, che non può escludere in maniera punitiva eventuali fallimenti. WakeHub!, infatti, si propone quale spazio collaborativo che spesso precede l’avvio di start-up d’impresa, in cui le contaminazioni vengono coltivate con pillole di opportunità.

L’assessore alle politiche giovanili del Comune di Lendinara Federico Amal ha espresso soddisfazione per la capacità di attivare iniziative concrete di supporto ai giovani, anche mettendo a disposizione una dotazione di spazi e attrezzature oggi finalmente tangibili in WakeHub!

L’azione prevede una collaborazione attiva della cooperativa Il Raggio Verde per la valutazione dell’impatto dei progetti sulla comunità, di T2i per le potenzialità del progetto d’impresa e di Cassa Padana per i requisiti di sostenibilità.

Anche per il direttore della filiale rodigina di Cassa Padana, Claudio Fiorenzato, è sempre più necessario accompagnare con modalità innovative l’imprenditività dei giovani, anche con il supporto del tessuto economico locale.

La prima scadenza per la presentazione dei progetti è il 21 marzo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *