Tempo di lettura: 2 minuti

Impresa di Crema che, in una stagione finora avara di soddisfazioni, viola il PalaIseo e trova contro la Super Flavor Milano due punti importantissimi contro pronostico. Una grande difesa, che ha tenuto a quota 58 il miglior attacco del torneo, ha propiziato la vittoria. Su tutti uno strepitoso Enihe, dominante a rimbalzo contro i fortissimi lunghi milanesi ed autore di triple decisive.

Ora i ragazzi di Garelli possono affrontare le ultime giornate di campionato con maggior fiducia, nel tentativo di piazzare una difficile rimonta sulle formazioni che li precedono.

Crema parte forte e sorprende la Super Flavor, mettendo subito tre canestri a zero e portandosi a quota otto. Dal time out chiamato da coach Villa però i Wildcats escono come delle furie e prima di un centro di Rotondo in post basso ne mettono tredici di fila. La prima frazione si conclude con i milanesi avanti 20 a 13.

I leoni cremaschi partono bene anche nel secondo quarto e si portano a meno uno con una tripla di Norcino. Dopo due canestri di Pedrazzani ed un paio di liberi di Gianninoni è ancora Norcino a griffare il sorpasso dai 6m75, portando il punteggio sul 28 a 30 quando mancano 3’30” al riposo lungo.

Nel momento migliore di Crema ci si mettono di mezzo i grigi, fischiando due falli inesistenti a Pedrazzani e Toniato, seguiti da un tecnico. Ne conseguono cinque punti consecutivi per l’Urania che rifiata e va al riposo sul 33/30.

Anche nel secondo tempo Crema continua a giocare alla pari con i blasonati avversari. Montanari infila la tripla del 7/0 di parziale ma soprattutto del sorpasso (37/40). Milano mostra difficoltà offensive inedite per il miglior attacco del torneo e Enihe e Brighi costringono Villa al secondo time out in pochi minuti. Crema subisce solo 10 punti nel quarto ed inizia l’ultima frazione avanti per 50 a 43.

L’ultimo quarto è figlio di nervosismo e paura di perdere. Milano nei primi 5’ mette un solo canestro dal campo, ma Crema segna solo un libero di Pedrazzani. Enihe spezza la maledizione con una tripla ma la Super Flavor arriva comunque a -1. Il miracolo di compie a rimbalzo, con Crema che prende quattro carambole offensive di fila e di riporta a +3 con Norcino dalla lunetta, beneficiando anche di un antisportivo. Toniato sfugge a Scanzi nell’ultima azione e schiaccia per il 63 a 58 che dice che Crema è ancora viva e ci crede.

SUPER FLAVOR URANIA MILANO-CREMA 58-63
PARZIALI: 20-13, 33-30, 43-50

SUPER FLAVOR URANIA MILANO: Paleari 9, Santolamazza 10, Eliantonio 6, Simoncelli 17, Negri 2, Scanzi 2, Piunti 12, Sedazzari n.e., Albique n.e., Toffali, Piatti. All.: Villa.
Uscito per 5 falli: Simoncelli 40′, fallo antisportivo a Simoncelli 40′.

CREMA: Rotondo 4, Norcino 13, Montanari 8, Brighi 6, Forti, Legnini, Toniato 6, Enihe 19, Gianninoni 2, Pedrazzani 5, Benzi n.e., Bissi n.e. All.: Garelli.
Nessuno uscito per 5 falli.

ARBITRI: Bernassola di Palestrina (Roma) e Coraggio di Sora (Frosinone).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *