Non finisce di stupire in negativo il campionato della Pallacanestro Crema.

Dopo 20′ esemplari, nei quali l’avversaria di giornata, la Rucker San Vendemiano, era stata completamente annichilita sotto un distacco di ben 22 punti, il secondo tempo ha riservato una dolorosa rimonta ospite, grazie alla quale gli uomini di Mian hanno recuperato 9 punti nel terzo quarto e concluso vittoriosi per 77 a 73.

Ora per Crema si presenta difficilissima e remota la possibilità della salvezza diretta e saranno con tutta probabilità necessari i playout per ottenere la permanenza nella categoria.

Inizio equilibrato con la parità che resiste fino al 5 a 5, poi Crema inizia a prendere il largo. Vedovato in campo Veneto spende subito due falli lasciando il parquet e favorendo la verve di Pedrazzani, che ottiene punti o falli avversari ad ogni penetrazione. Il tiro da tre funziona alla perfezione e contribuisce a dilatare il vantaggio cremasco, che raggiunge la doppia cifra già nel primo parziale per poi raddoppiare nel secondo, chiuso sul 46 a 24.

Le cose cambiano radicalmente dopo l’intervallo. Vedovato entra decisamente in partita, la difesa cremasca non è più così impermeabile e deve lasciare spazio sugli esterni per le conclusioni da tre di Perin e Bloise. Già verso la fine del quarto si arriva allo svantaggio in cifra singola (56/47) prima che due percorsi netti in lunetta di Pedrazzani e Montanari fissino il punteggio sul 60 a 47.

L’ultima frazione è purtroppo un disastro difensivo. Crema incassa 30 punti, Bloise, Perin e Mossi fanno il bello ed il cattivo tempo mentre in attacco troppi palloni vengono persi banalmente. Il nervosismo fa’ pure perdere colpi dalla lunetta, con quattro conclusioni fallite consecutivamente che peseranno molto sull’esito del match.

San Vendemiano sorpassa con un canestro di Bloise ed arriva al 70 a 75, la reazione di Crema si concretizza con una tripla di Norcino e con una buona difesa che consente di recuperare palla. Il tiro giusto è nelle mani di Enihe che però fallisce la tripla non contestata ed il match finisce praticamente qui

Per Crema un Capodanno decisamente diverso da quello auspicato.