Cremona – Con grande fermento inizia ufficialmente il countdown per Cremona Tec-Night, la lunga notte della tecnologia che sabato 10 giugno, in occasione dell’inaugurazione del CRIT – Polo per l’Innovazione Digitale, renderà la città di Stradivari – la seconda più cablata della Lombardia – fulcro attrattivo per tutti gli amanti delle innovazioni hi-tech e non solo, accompagnando il pubblico alla scoperta di un settore in costante evoluzione.

L’evento, fortemente voluto da Linea Com, MailUp e Microdata Group, ovvero le aziende a cui si deve la nascita del Polo – realizzato da investimenti privati e anche con il contributo, attraverso il Bando Aster, di Regione Lombardia e del Comune di Cremona – prenderà avvio sin dal mattino con il taglio del nastro della nuova sede del Polo, in via Dell’Innovazione Digitale, alla presenza tra gli altri dei rappresentati delle Istituzioni come il Ministro Maurizio Martina, il Sottosegretario Luciano Pizzetti, il Consigliere Carlo Malvezzi, del Presidente della Camera di Commercio Giandomenico Auricchio, degli esponenti del mondo delle utilities con il Presidente di Utilitalia ed A2A Giovanni Valotti e di LGH Antonio Vivenzi, che saranno accolti dal Presidente del CRIT Carolina Cortellini per l’inaugurazione.

Il Polo per l’Innovazione Digitale – spiega Carolina Cortellini – ha come obiettivo quello di rappresentare un pivot territoriale in grado di sostenere la comunità cremonese nell’approdo alla società digitale. Dopo alcuni anni di duro lavoro ora è una realtà che desideriamo che i cremonesi sentano propria. Per questa ragione oltre all’inaugurazione ufficiale abbiamo pensato di dare vita ad una vera e propria festa per la città. Tec-night, una notte bianca durante la quale i cremonesi e tutti quelli che parteciperanno potranno scoprire che Cremona, insieme alle classiche vocazioni, oggi può rivendicarne una nuova: quella legata alle nuove tecnologie.

In merito alla “Cremona Tec-Night” è poi intervenuto anche il Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, che ha espresso la sua soddisfazione per l’evento legato all’inaugurazione del Polo per l’Innovazione Digitale: “A giugno 2015 abbiamo firmato la convenzione. A due anni di distanza, il prossimo ‪10 giugno, inaugureremo il Polo Tecnologico di Cremona con una Notte bianca della Tecnologia che coinvolgerà tutta la città. Questa notte non è solo un evento. È ridire a tutti che il Polo contiene, in virtù delle scelte fatte dalle imprese e dall’Amministrazione, aziende private e pubbliche che incarnano linee di sviluppo della città sulle quali continueremo a lavorare insieme”.

A seguire il taglio del nastro, in serata, oltre 30 eventi divulgativi e con taglio ludico-esperienziale animeranno un’esclusiva kermesse a cielo aperto che, grazie anche a negozi, esercizi commerciali e Museo del violino che per l’occasione rimarranno aperti sino a notte inoltrata, si prospetta emozionante e spettacolare: è così che si potrà assistere al convegno nazionale promosso da Linea Com e A2A Smart City in collaborazione con il Forum della Pubblica Amministrazione, che verterà su un tema di grande attualità come la smart land e l’innovazione nei piccoli comuni, ma anche ad un esclusivo momento di incontro con Giovanni De Sandre, ingegnere della Olivetti che negli anni ’60 diede vita al primo PC della storia.

Grazie poi alla collaborazione tra la Camera di Commercio di Cremona e l’Università Cattolica si potrà conoscere da vicino la stampante di cibo in 3D, un macchinario che riproduce un modello virtuale tridimensionale nel mondo reale, utilizzando impasti alimentari; ci sarà la presenza del Politecnico di Milano- Campus di Cremona e degli Osservatori Digital Innovation, eccellenze della Digital Innovation; non mancheranno poi le performance artistiche realizzate con musica e luce: dal “Laser Symphony” – un tappeto sensibile che al passaggio del pubblico farà fiorire una spettacolare coreografia di raggi laser e note di violino -, all’ “Arpa di luce” che suona grazie a pendoli che intercettano corde laser, passando per la “Music Painting” dell’artista di fama internazionale Giulio Masieri – un pannello sonoro per mezzo del quale si possono creare delle opere pittorico-musicali – per arrivare fino al live painting architetturale, una forma d’arte che dimostra come la tecnologia possa permetterci di esplorare e riscrivere ciò che ci appare nel quotidiano.

Imperdibile tappa per grandi e piccoli sarà poi la sala di Spazio Comune dove Luca e Marco Giannitti, due notissimi “architetti di Lego®” grazie a decine di Kit Lego® Architecture Studio – la linea approvata dai più grandi architetti del mondo che unisce i fondamenti dell’architettura con il divertimento dei prodotti Lego®–, aiuteranno il pubblico nella costruzione del “Polo che vorrei”, un progetto che invita le famiglie a immaginare come potrà svilupparsi in futuro il Polo dell’Innovazione, e quindi provare a costruirlo con l’ausilio dei mattoncini colorati più famosi del mondo.

Insieme a tutti gli altri momenti che riempiranno di luci, suoni e colori la notte della tecnologia, a condurre il pubblico fino all’alba ci penserà infine la Silent Disco: oltre 300 cuffie distribuite gratuitamente faranno ballare tutti senza far rumore, con la possibilità di scegliere musica e dj a proprio piacimento, il tutto alla presenza di migliaia di selfie dei partecipanti che tramite un’apposita app saranno proiettati live sulla parete del Palazzo Comunale. Così, grazie a queste e a molte altre attività che costituiranno la serata, la “Cremona Tec-Night” consentirà di avvicinarsi in modo friendly e divertente ad un settore che plasma la vita quotidiana sia con le soluzioni ecosostenibili a livello domestico sia con gli strumenti iperinnovativi presenti nei luoghi di lavoro.