Tempo di lettura: 2 minuti

Asola (Mantova) – Inizia ufficialmente Mercoledì 5 Aprile ad Asola il progetto “Cultura Digitale”, che vedrà coinvolti, nei prossimi due anni, 40 studenti dell’IIS Giovanni Falcone di Asola in alternanza scuola-lavoro per la valorizzazione del patrimonio culturale del Museo civico “G. Bellini”.

Il progetto mira alla diffusione degli strumenti del movimento maker e alla valorizzazione del patrimonio culturale oggetto delle attività di digitalizzazione con il coinvolgimento di altri 10 istituti del territorio mantovano: “Manzoni” di Suzzara (capofila), “Belfiore”, “Fermi”, “Giulio Romano” e “Virgilio” di Mantova, “Falcone” di Asola, “Gonzaga” di Castiglione delle Stiviere, “Galilei” di Ostiglia, “Giulio Romano-Dal Prato” di Guidizzolo e “Sanfelice” di Viadana.
Un progetto che coinvolgere un totale di 400 studenti in percorsi di alternanza da 80 e 120 ore inerenti la scansione e stampa 3D del patrimonio culturale.

L’apertura ufficiale dei lavori per l’istituto di Asola è prevista quindi per mercoledì 5 aprile alle 9:00 al Museo Civico “G. Bellini” e la giornata avrà una risonanza a livello nazionale perché inserita nella “Settimana delle culture digitali”.

A dare il via ai lavori saranno gli interventi di Luisa Genevini, assessore del Comune di Asola, del dirigente scolastico Giordano Pachera, dei docenti referenti Ruggero Remaforte e Susanna Tomaselli, della conservatrice del museo Federica Zani e, infine, degli esperti di valorizzazione culturale Giulio Bigliardi e Cristiana Giordano.
Nella seconda parte della mattina gli studenti inizieranno a operare concretamente con le strumentazioni tecnologiche impiegabili per la digitalizzazione e stampa 3D.

In questo primo anno di attività gli studenti di Asola lavoreranno su alcuni reperti della sezione archeologica del Museo civico “G. Bellini”, in particolare su una stele funeraria e su vasi e utensili in ceramica e su decori architettonici esposti nella Sala Lapidarium.

Al progetto, supportato da Fondazione Cariverona e Camera di Commercio di Mantova, hanno aderito anche Promoimpresa Borsa Merci, Provincia di Mantova, i Comuni di Mantova, Sabbioneta e Suzzara, il Politecnico di Milano – Polo Territoriale di Mantova, e l’Ufficio Scolastico per la Lombardia – Ambito Territoriale di Mantova.

CONDIVIDI
Daniela Iazzi
Cremonese di origine, studentessa a Milano e residente a Fidenza. Frequenta la Bocconi e si specializza in Arte, cultura e comunicazione. Lavora dal 2005 presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *