Tempo di lettura: 2 minuti

Nasce il Silver economy network (Sen), la prima rete italiana di imprese costituita con il duplice obiettivo di rispondere in maniera efficace ai bisogni della popolazione over 65 e di valorizzare le eccellenze che operano nella filiera. Il Network, nato su iniziativa della filiera Life sciences di Assolombarda, opera in un settore che nei prossimi anni vedra’ crescere la sua importanza.

Secondo le stime della World bank, nel 2050 il 35,1% di italiani sara’ costituito da anziani, mentre attualmente sono il 23%. La silver economy e’ ormai riconosciuta per essere la terza economia del mondo.

Basti pensare che secondo i dati Istat la spesa annua della popolazione over 65 e’ di circa 185 miliardi di euro, che corrisponde al 25% della spesa totale delle famiglie italiane.

“Una societa’ che invecchia rappresenta da un lato una sfida e dall’altra una grande opportunita’ che l’Italia deve cogliere”, commenta Mariuccia Rossini, presidente del Silver economy network e coordinatrice della filiera Life sciences di Assolombarda, che spiega: “Silver economy network e’ la prima rete di aziende italiane che offre prodotti e servizi di qualita’ per gli over 65”.

Molti ultra sessantenni, continua, “sono ancora inseriti in ambito lavorativo, sono persone autonome e con molti progetti, vogliono viaggiare e sfruttano la tecnologia.

L'”invecchiamento attivo” e’ alla base di un’elevata qualita’ della vita ed e’ la strada da percorrere per rendere sostenibili ed efficienti nel lungo periodo i sistemi sociosanitari e assistenziali”. Da qui “l’importanza strategica, economica e sociale creare in Italia una filiera della silver economy, cosi’ da rispondere in maniera efficace al cambiamento dei bisogni della popolazione”.

I soci promotori del Silver economy network sono: Ameri; Assolombarda; C.D.I.; Cirfood; Dompe’; Fastweb; Grammelot; International care company; Korian; Lattanzio group; Movendo technology; Ospedale San Pellegrino; Over; Umana; TeiaCare; Vision care; Zucchetti.

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *