L’iniziativa PHD Italents mette a disposizione 16 milioni di euro per favorire l’inserimento dei dottori di ricerca in azienda. ll progetto è gestito dalla Fondazione della Conferenza dei Rettori delle Università italiane (Crui) su incarico del MIUR e in partenariato con Confindustria.

Sono interessate tutte imprese che hanno sede legale o amministrativa in Italia e che svolgono al loro interno attività di Ricerca e Sviluppo. Gli imprenditori potranno candidarsi a un cofinanziamento destinato a coprire, per tre anni, il costo di assunzione di dottori di ricerca (fino all’80% per il primo anno, 60% il secondo, 50% il terzo). Gli elenchi delle offerte, valutate da un panel di esperti, verranno resi pubblici alla data di emanazione del secondo bando, destinato ai dottori di ricerca.

Ciascuna impresa potrà inserire fino a un massimo di tre offerte di lavoro. Le offerte delle imprese dovranno ricadere in una delle 6 aree tematiche individuate dal bando:

  • Energia,
  • Agroalimentare,
  • Patrimonio culturale,
  • Mobilità sostenibile,
  • Salute e scienze della vita,
  • ICT.

Le domande devono essere presentate tramite la piattaforma online disponibile al sito www.phd-italents.it fino al 30 novembre 2015.