Le imprese che hanno richiesto a SIMEST un finanziamento agevolato per progetti di internazionalizzazione possono ottenere le seguenti condizioni straordinarie: una moratoria di 6 mesi per l’invio di documentazione e rendicontazione, il posticipo di 6 mesi dei periodi di pre-ammortamento e ammortamento del prestito concesso; l’eliminazione della maggiorazione del 2%, prevista per le revoche nel caso di rimborso del finanziamento per la cancellazione delle iniziative.

Saranno inoltre a breve definite le indicazioni per accedere alla moratoria sui pagamenti ai sensi del Decreto Cura Italia che prevede la possibilità, fino al 31 dicembre 2020, di sospendere fino a 12 mesi il pagamento della quota capitale e degli interessi delle rate in scadenza nel corso dell’anno 2020.

In fase di lancio anche un nuovo strumento di garanzia, il Plafond Mid-Large Corporate, con l’obiettivo di fornire ulteriore liquidità alle medie e grandi imprese italiane. Grazie alla contro-garanzia statale, potrà garantire nuovi finanziamenti fino a 10 miliardi di euro.

E’ inoltre in corso la costituzione di una sezione separata del Fondo 394 che permetterà co-finanziamenti a fondo perduto fino al 50% dei finanziamenti concessi. I criteri e le modalità saranno stabiliti nelle prossime settimane.