Tempo di lettura: 4 minuti

Piacenza. Un festival diffuso: questa è la tendenza verso cui si muove Dal Mississippi al Po negli ultimi anni. Giunto alla sua XII edizione, il festival di musica e letteratura internazionali in programma il 23/24/25/26 giugno Piacenza e 7/8/9 luglio Travo (PC)

Anche quest’anno decine di appuntamenti culturali con una sessantina di ospiti che si alterneranno nelle diverse location pronte ad ospitare eventi letterari e grandi concerti live, in un ricco calendario che, apertosi negli ultimi giorni di maggio, si svilupperà fino a luglio, e non si esclude che possa riservare un possibile colpo di coda nei mesi successivi.f1_0_piacenza-dal-mississippi-al-po-si-presenta-martedi-la-nuova-edizione

La sezione internazionale di Dal Mississippi al Po 2016, il cui cuore continua a battere nel centro storico di Piacenza, dove il festival è nato nel 2005, si terrà in città nel week end del 24, 25 e 26 giugno, sarà preceduta dall’anteprima a Fiorenzuola (PC) il 23 giugno e si chiuderà a Travo (PC) dal 7 al 9 luglio.

A Piacenza Dal Mississippi al Po ruoterà essenzialmente intorno a due location, che negli scorsi anni hanno già ospitato molti appuntamenti del festival di Fedro: la piazza simbolo della città, Piazza Cavalli, che farà da setting, all’ombra dei portici del Palazzo Gotico, agli appuntamenti letterari diurni con autori e giornalisti, e poi, in serata, la grande festa in musica si sposterà nell’area esterna del Palazzetto dello Sport, sotto le mura del Pubblico Passeggio.Frankie Chavez

Quanto a Travo, la scelta dello scorso anno di collocare tutti gli appuntamenti del festival al Parco Archeologico – Villaggio Neolitico si è rivelata vincente: la splendida cornice naturalistica, a due passi dalle rive del fiume Trebbia, ospiterà anche quest’anno gli incontri con gli autori ed i concerti live serali.

Anche a Fiorenzuola, la scelta della location fatta lo scorso anno viene mantenuta: il sagrato della Collegiata di San Fiorenzo è un palcoscenico d’eccezione e la stessa chiesa si è rivelata una quinta mozzafiato per i concerti organizzati la scorsa estate.

Per tutte le serate di Dal Mississippi al Po sarà organizzata una “festa intorno al festival” con stand gastronomici e food truck che proporranno diverse tipologie di street food, tante proposte di birre artigianali ed altre sfiziosità.Frankie

La programmazione musicale della XII edizione di Dal Mississippi al Po sarà strutturata in due blocchi ben distinti. La sezione di Fiorenzuola e Piacenza sarà essenzialmente incentrata sul blues, partendo dall’apertura fiorenzuolana del 23 giugno con Frankie Chavez, strepitoso chitarrista che si presenterà in duo. Ma è solo l’apertura, la musica blues e non solo sarà la protagonista come sempre del festival con un ricco programma.

Il sole fatica a scaldare in questo giugno tardivo, ma il festival “Dal Mississippi al Po” bussa alla porta della città per la dodicesima volta. La squadra che anche quest’anno cercherà di vincere i primi caldi estivi si è allargata ulteriormente. Quanto alla squadra degli ospiti che lo impreziosiranno, si può dire che abbia ampliato ulteriormente lo spettro geografico. Tanti gli ospiti della letteratura, nel cinema,

Alle giornate di festival internazionale a Fiorenzuola, Piacenza e Travo, si aggiungono i molti appuntamenti delle rassegne collaterali a Dal Mississippi al Po, per lo più appuntamenti con la musica live, ma anche qualche incontro letterario, frutto di collaborazioni tra la Fedro e tante piccole realtà della città e della provincia, che hanno a cuore la cultura e che proseguiranno per tutto il mese di giugno ed i primi giorni di luglio.Gaetano Rizzuto

Iniziano i Percorsi d’acqua e blues che si snoderà per diverse decine di chilometri, andando a toccare, da qui al 2018, diverse località delle province emiliane e a riscoprire i teatri di campagna. Una delle novità più chiacchierate di questa edizione di festival è certamente rappresentata dalla rassegna nata dalla collaborazione tra Fedro ed il giornalista Mauro Molinaroli intitolata: I Libri del Bar Sport: storie di campioni che ci hanno fatto sognare.

Accanto alle novità, e per fare un riferimento al succitato mondo dello sport, se “squadra che vince non si cambia”, è logico che anche per la XII edizione del festival si sia pensato di riproporre le rassegne che sono state maggiormente apprezzate negli scorsi anni, e che hanno riscosso un grande consenso tra il pubblico di Dal Mississippi al Po. Tornano anche quest’anno le rassegne Bala cui Ratt, Fahreblues, Not(t)e di Blues sul Po e Americana Evening.

Dopo undici edizioni, il festival “Dal Mississippi al Po” celebra il suo dodicesimo compleanno attraverso l’attivazione di un rapporto fattivo con due prestigiosi atenei internazionali, in tal modo portando a compimento un ciclo che, nel corso degli anni, l’ha visto avvicinarsi al mondo accademico. Quattro studenti, due provenienti dall’ateneo americano e due da quello inglese, saranno a Piacenza, Travo e dintorni per affrontare uno stage pratico sulla organizzazione e gestione di un importante manifestazione culturale dal sapore internazionale e sul fondamentale ruolo della realtà geografica e storica del luogo in cui tale manifestazione si svolge.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *