Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. Appuntamento al cinema Nuovo Eden mercoledì 24 gennaio alle ore 17.30 e ore 20.30, per l’anteprima dei film d’animazione realizzati da bambini e ragazzi nelle corsie dell’Ospedale dei Bambini di Brescia e premiazione del concorso di scrittura per le scuole.

Due proiezioni in programma per ammirare le opere dei cortometraggi realizzati dai giovani pazienti dell’ospedale, nell’ambito del progetto Cartoni Animati In Corsia, ospiti d’onore saranno i piccoli e i giovani pazienti autori con le loro famiglie e i vincitori del concorso di scrittura per le scuole dell’edizione 2016 e 2017.

Sono gli 11 cortometraggi d’animazione di “Eccoci qua” nati nei 6 reparti pediatrici dell’Ospedale di Brescia nel 2017 dalle mani e dall’immaginazione di 99 bambini e ragazzi dai 4 ai 21 anni, durante le oltre 250 ore di laboratorio, che il pubblico potrà ammirare sul grande schermo. Durante l’evento sarà presentato anche il cortometraggio Little Prince Luka (Piccolo principe Luka), un film di Matej Peljhan, con le animazioni realizzate da Špela Čadež, giovane e promettente autrice protagonista del focus sul cinema d’animazione della prossima edizione di Bergamo Film Meeting (10 – 18 marzo 2018) e saranno proclamati i vincitori della seconda edizione del concorso di scrittura Cartoni animati dall’Aula alla Corsia.

Sia la proiezione delle 17.30 che quella delle 20.30 sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. (Info e prenotazioni: + 39 349 7938518 | info@avisco.org).

Degli undici film prodotti, Eccoci qua è nato a partire da una colonna sonora originale, composta da una classe terza della primaria di Rudiano (BS) e cantata dal coro del medesimo Istituto comprensivo, coro che durante la proiezione delle 20.30 si esibirà dal vivo. L’arcobaleno senza un colore e Il dinosauro Mauro sono invece il risultato della trasposizione cinematografica dei testi vincitori della prima edizione di Cartoni animati dall’Aula alla Corsia, concorso di scrittura organizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico della Lombardia di Brescia che ha l’obiettivo di mettere in relazione i ragazzi e i bambini delle scuole con i loro coetanei ospedalizzati.

Se sorridi, Sunny Bunny e Piccoli Film sono il risultato di percorsi in cui bambini e ragazzi hanno lavorato individualmente per sviluppare un’idea personale dalla A alla Z. L’accuratezza e l’impegno non sono mancati: Alessia (17 anni), l’autrice di Sunny Bunny ha persino prodotto il trailer del film. Ogni film sarà accompagnato da immagini di backstage che raccontano i momenti salienti dei laboratori in corsia.

Cartoni animati in corsia è un progetto unico in Italia per la singolare sinergia tra i soggetti coinvolti: oltre ai bambini e ai ragazzi, gli operatori e volontari Avisco, gli insegnanti della Scuola in Ospedale, gli educatori, il personale medico-sanitario e i familiari dei pazienti. Promosso da Associazione Avisco in collaborazione con Ospedale dei Bambini – ASST degli Spedali Civili di Brescia nel 2017 ha coinvolto 99 i giovani e giovanissimi che individualmente o in gruppo, in poche ore o in più incontri, hanno inventato, costruito e dato vita a personaggi e storie. Alcuni di loro, guidati da una musicista, hanno composto ed eseguito la colonna sonora del film.

Attualmente è in corso la ricerca fondi per i laboratori 2018. I finanziamenti che fino ad oggi hanno dato gambe al progetto provengono dalla partecipazione a bandi e dall’inoltro di richieste a fondazioni di erogazione, da sponsor privati e per una piccola, ma significativa parte, da donazioni liberali di associazioni, privati e gruppi.

Chiunque può inoltre devolvere il 5×1000 ad Associazione Avisco. Tutte le informazioni sul progetto e su come sostenerlo sono sul sito Avisco e sulla pagina facebook dell’associazione mentre sul blog cartonianimatiincorsia.org è possibile seguire, passo dopo passo, l’andamento del progetto.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *