Brescia. Dopo mesi di paziente e appassionato lavoro, finalmente i film realizzati dai piccoli pazienti nei laboratori di cinema d’animazione nell’ambito del progetto Cartoni Animati In Corsia, promosso dall’associazione Avisco in collaborazione con l’Ospedale dei Bambini, presidio dell’ASST degli Spedali Civili di Brescia, approderanno sul grande schermo del Cinema Nuovo Eden in via Nino Bixio, 9 a Brescia mercoledì 25 gennaio alle ore 17.30 e alle ore 20.30, alla presenza dei giovani e giovanissimi autori e delle loro famiglie.cartoni-animati-in-corsia

Anche i film che nascono nelle corsie dell’ospedale, come quelli d’autore, vengono realizzati per incontrare il pubblico, per essere visti da altri occhi, per comunicare altrove emozioni attraverso le immagini e i suoni.  Sono i film frutto dell’appassionato lavoro di bambini e bambine, ragazzi e ragazze, che vedremo sul grande schermo accompagnati dal video di documentazione che ripercorre i momenti salienti dei laboratori nei vari reparti.

L’evento, ad ingresso gratuito, segna la conclusione dell’edizione 2016 del progetto, che ha animato le corsie dell’ospedale dei bambini nel corso dell’anno, coinvolgendo un centinaio di bambini e bambine, ragazze e ragazzi dai 4 ai 17 anni nei reparti di Chirurgia Pediatrica, Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’Adolescenza, Oncoematologia Pediatrica, Ortopedia–Traumatologia Pediatrica, Otorinolaringoiatria Pediatrica e Pediatria.Cartoni animati in corsia

I cortometraggi animati escono dalla fantasia dei pazienti animatori, tante storie, alcune brevissime, inventate dai giovani pazienti e subito trasformate in cartoni animati, altre ispirate da filastrocche che gli autori in erba hanno fatto proprie realizzando i personaggi, ideando le animazioni e registrando il testo.
Un progetto e un pensiero semplice, ma meno semplice se fatto in corsie d’ospedale.

Il laboratorio di cinema di animazione promuove il benessere, stimola la creatività ed è un ottimo strumento per dare corpo e voce al proprio mondo interiore e per esprimere il proprio punto di vista, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, particolarmente vicine ai bambini e agli adolescenti. Perché prima di essere dei pazienti, i bambini sono bambini e gli adolescenti sono adolescenti, non molto diversi dai loro coetanei che stanno fuori dalle mura dell’ospedale: hanno gli stessi bisogni e gli stessi diritti, ma la loro condizione di fragilità e le cure necessarie per migliorarla, ne limitano le scelte e la libertà nel disporre di tempi, spazi e attività.

Il laboratorio dei film è stato per i piccoli pazienti un impulso in più per lottare contro la malattia, divenendo loro stesso protagonisti del linguaggio dei cartoni animati, un mondo già parte della loro esistenza fuori dalle mura di un ospedale, ma solo come spettatori.locandina cartoni in corsia al cinema

12 piccoli film saranno proiettati al cinema Nuovo Eden alla presenza degli autori e delle autrici che potranno essere presenti insieme alle loro famiglie, al personale medico e sanitario, agli insegnanti della Scuola in Ospedale e ai collaboratori e operatori del progetto. Sarà anche occasione per consegnare i premi e le menzioni speciali del concorso Cartoni animati dall’aula alla corsia. Le proiezioni sono 2, con identico programma di sala, per dare la possibilità a tutti di poter partecipare.

Verrà inoltre presentato il cortometraggio Jäälind (Martin pescatore), piccolo assaggio della personale dedicata alla giovane e prolifica autrice estone Chintis Lundgren, in occasione della prossima edizione di Bergamo Film Meeting (11 – 19 marzo 2017).

L’ingresso è aperto a tutti ed è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione telefonando al 3497938518 oppure scrivendo una mail a info@avisco.org indicando nome e cognome, numero di persone e orario della proiezione.