Tempo di lettura: 2 minuti

Verona. Dance Well – Ricerca e movimento per Parkinson, nasce a Bassano del Grappa con l’intento di promuovere la danza in spazi museali, contesti artistici, e si rivolge principalmente, ma non esclusivamente, a persone che vivono con il Parkinson. Dance Well è arrivata a Verona per volontà ed iniziativa dell’associazione culturale ARTE3. In luglio gli appuntamenti con Dance Well Movement Research for Parkinson riprendono in presenza al Museo degli Affreschi: gli incontri del venerdì mattina, per tutto il mese, si svolgono alle 11.

Dance Well è una pratica attivata, ideata e promossa da CSC Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa e ha un forte valore aggregativo ed inclusivo. Si rivolge a persone che vivono con il Parkinson, ai loro familiari, ai care givers, ad amici, ad operatori sanitari, a danzatori e coreografi, e a chiunque voglia cimentarsi, a qualsiasi età, con la danza e la creatività in contesti di arte e cultura.

La pratica di questa esperienza può portare beneficio alla vita delle persone, aiutandole a muoversi meglio e a creare legami sociali che combattono l’isolamento e migliorano lo stato d’animo. Ogni singolo incontro di Dance Well è per i partecipanti un’esperienza unica che coinvolge sia la sfera personale che collettiva, infondendo fiducia tramite l’espressione del corpo e l’azione corale che, nei luoghi del bello, diventa artistica e liberatoria.

Dance Well si avvale del contributo di Fondazione Cariverona e Fondazione Cattolica, della collaborazione di CSC Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa, dei Musei Civici del Comune di Verona, dell’Università di Verona, dell’Unione Parkinsoniani Verona e del Teatro Stabile di Verona.

Come partecipare
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti (è necessaria la prenotazione).
La durata delle singole attività è di circa 1 ora.
Le attività si svolgono in sicurezza, osservando le procedure operative per il contrasto del Covid-19.