Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Palazzo Tosio, Ateneo di Brescia Accademia di Scienze Lettere e Arti, apre le porte della gentilizia dimora per ospitare la mostra “Dante e napoleone. Miti fondativi nella cultura bresciana di primo Ottocento”, fino al 15 dicembre.

Dante e Napoleone a confronto. Una mostra, un libro, un programma di appuntamenti, visite guidate, laboratori, con in più l’occasione straordinaria per visitare una casa-museo neoclassica e  celebrare due miti a 700 anni dalla morte di Dante e, al contempo, a 200 anni da quella di Napoleone. Un progetto che indaga valori, ideali e sentimenti che si addensarono intorno ai due personaggi, descrive un’epoca, i suoi protagonisti, il collezionismo, le tendenze, all’insegna di un comune denominatore: l’Europa.

Oltre 80 le opere in mostra, intitolata Dante e Napoleone, a cura di Roberta D’Adda e Sergio Onger: dipinti, sculture, disegni, stampe e medaglie provenienti da collezioni pubbliche e private, in dialogo con il percorso permanente della casa-museo di Paolo Tosio. Il sontuoso palazzo fu dimora dei coniugi Tosio che  affidarono all’architetto Rodolfo Vantini la progettazione di ambienti armonici e raffinati, appositamente ideati per accogliere la loro importante collezione d’arte, ma anche dove “accogliere amici, personalità in transito nella città, favorire artisti, promuovere incontri fra uomini di alto ingegno”.

Il conte Paolo Tosio e la moglie marchesa Paolina Bergonzi  tra i principali collezionisti nella Lombardia dell’Ottocento, alla loro morte, lasciarono alla Municipalità l’intera collezione, e dal 1908 il palazzo divenne sede dell’Ateneo di Brescia,  Accademia di Scienze Lettere ed Arti. A seguito dei recenti lavori di restauro e riallestimento di parte del piano nobile del palazzo, interventi voluti dalla presidenza dell’Ateneo in accordo e con il contributo della Civica Amministrazione, è oggi possibile visitare l’appartamento e in esso ammirare, grazie alla disponibilità e collaborazione della Fondazione Brescia Musei, le numerose opere d’arte esposte, che furono della collezione Tosio.

La mostra è quindi l’occasione per entrare nella straordinaria dimora del Conte Paolo Tosio, “padre” della Pinacoteca civica. All’interno delle splendide sale i bambini scopriranno, in modo facile e coinvolgente, le avventurose vite di due grandi miti: Dante e Napoleone. Dopo la visita ci si sposta nei laboratori della vicina Pinacoteca Tosio Martinengo per provare a trasformarsi in vere leggende!

I laboratori si tengono a partire da sabato 8 maggio alle ore 15.00 con cadenza quindicinale. Le attività della durata di 2 ore circa sono gratuite con prenotazione obbligatoria sul sito www.ateneo.brescia.it  e vengono attivate con un minimo di 5 partecipanti. Punto di ritrovo è l’ingresso di Palazzo Tosio, via Tosio 12