Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona celebra i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri con un ricco cartellone di iniziative proposte da enti e associazioni culturali della città, coordinate dall’Assessorato ai Sistemi Culturali.

Il programma Cremona per Dante. Conferenze, incontri e letture, si articolerà per tutto il corso dell’anno.

Alla presentazione in Comune erano presentil’Assessore Luca Burgazzi, che ha tra l’altro sottolineato l’importanza della condivisione e della capacità di programmare come avvenuto in occasione di questo importante anniversario, anche a dimostrazione della vivacità in ambito culturale della città.

Hanno illustrato le varie iniziative messe in campo i rappresentanti delle realtà sino ad ora coinvolte: Elisa Cambiati per l’Ufficio Scolastico Territoriale, Angelo Rescaglio, Presidente della Società Dante Alighieri, sezione di Cremona, Raffaella Barbierato, Direttrice della Biblioteca Statale di Cremona, Emanuele Tira per l’ADAFA, Renata Patria, per l’Associazione ex alunni del Manin (in collaborazione con la delegazione cremonese dell’Associazione Italiana Cultura Classica) e Angela Bellardi, Presidente della Società Storica Cremonese.

Ulteriori appuntamenti sono previsti nei programmi del Porte Aperte Festival e del Microfestival di Teatro e Musica Antica del Museo Cambonino, questi ultimi illustrati da Anna Mosconi, responsabile del Museo della Civiltà Contadina “Il Cambonino Vecchio”.

Un cartellone aperto e diffuso, che potrà essere arricchito anche attraverso la partecipazione alla call di Cultura Partecipata 2021, aperta da lunedì 22 marzo, sul filone tematico specificamente dedicato alle celebrazioni dantesche.

La presentazione, con i contributi dei partecipanti, la si trova sul canale YouTube del Comune di Cremona al seguente indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=x0PyQQ_rNt8, mentre per il cartellone degli eventi sino ad ora programmati, e che verrà aggiornato di volta in volta, li trova al seguente link: .