Ferrara. Danzare assieme per stimolare la comunicazione non verbale tra madri e figli, affinare la percezione e l’ascolto dell’altro: si è tenuto il 22 gennaio il primo dei tre appuntamenti curati dalla danzatrice Elisa Mucchi per il workshop “Oi_Oui_We”, che si terrà presso il teatro Ferrara Off in viale Alfonso I d’Este 13.Workshop di danza per madri e figli

– Ho voluto proporre questa esperienza molto vivace e originale alle mamme di Ferrara e ai loro figli, senza limiti di età – spiega Elisa Mucchi –, nella convinzione che il contatto fisico sia un elemento fondamentale per conoscersi. La danza, come pratica di leggerezza e di grazia, oggi per un genitore può rappresentare una importante possibilità di crescita e trasformazione personale. Il titolo che ho scelto rappresenta questa opportunità: Ui è un suono primordiale, intimo, un ritorno all’origine. Oui è il riconoscimento che passa attraverso l’osservazione e il tatto, We è lo spazio dove muoversi assieme, la costruzione di un noi.-

La prima giornata è stata dedicata allo spazio e al suono, la seconda e la terza, programmate domenica 26 febbraio e domenica 26 marzo, saranno dedicate rispettivamente al riconoscimento e alla relazione. Le persone interessate potranno scegliere di frequentare un singolo incontro oppure l’intero percorso. Il costo per la coppia è di 40 euro per i soci di Ferrara Off, 60 euro comprensivi delle due tessere 2017 per i non soci.

 

Chi vorrà potrà inoltre donare l’iscrizione al workshop tramite la gift card Regalo Off, dal valore di 50 euro, tuttora acquistabile presso il teatro. La gift card comprende l’iscrizione di due partecipanti a una data a scelta delle tre, le due tessera associative e la shopper del teatro.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.