Il decreto Crescita è legge. Rispetto alla versione iniziale presentata dal Governo ci sono alcune novità nella definizione delle misure di incentivazione.

Le misure confermate:

  • il Superammortamento al 130% per l’acquisto di beni strumentali nuovi fino a 2,5
    milioni di euro (valido per il periodo dal 1 aprile al 31 dicembre 2019);
  • il rafforzamento della Nuova Sabatini con elevazione del tetto massimo e il sostegno
    dei processi di capitalizzazione delle imprese;
  • agevolazioni a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi
    produttivi nell’ambito dell’economia circolare;
  • nuova sezione del Fondo Di Garanzia dedicata alle imprese fino a 499 dipendenti
    per un massimo garantito di 5 milioni di euro;
  • bandi annuali a sostegno del deposito di brevetti, marchi e disegni.

Cambia invece l’incentivo per la Digital Transformation con l’estensione della platea dei beneficiari: sarà aperto alle Pmi dei settori manifatturiero/servizi e turismo, scende a 50
mila euro l’importo minimo di investimento (inizialmente fissato a 200 mila euro).

Novità anche per le imprese che investono sui mercati esteri: confermato il credito di imposta per la partecipazione a fiere internazionali e si applicherà sia in Italia che all’estero, si rafforzano inoltre i finanziamenti agevolati SIMEST che saranno applicabili anche per progetti all’interno dell’Ue.

Per approfondire le novità del Decreto Crescita Gfinance organizza un workshop gratuito c/o i propri uffici di Brescia il prossimo 16 luglio.