Era il 7 novembre del 1917 (il 25 ottobre secondo il calendario giuliano) quando dall’incrociatore Aurora fu sparato il primo colpo di cannone (a salve) che diede simbolicamente il via alla Rivoluzione.

Quel giorno i bolscevichi si impadronirono del Palazzo d’Inverno a Pietrogrado. I mesi, gli anni successivi stravolsero radicalmente la Russia, la sua società, la guerra, l’economia, l’impero, il rapporto con il mondo.

Mentre il Cremlino resta in silenzio, in tutto il mondo il centenario dell’Ottobre si è moltiplicato in dibattiti, mostre fotografiche, conferenze, rievocazioni.