Tempo di lettura: 2 minuti

Quando sono venuti a dirmelo mi sono arrabbiata, anche se sul momento ho provato una specie di sollievo. Se due poliziotti si presentano alla tua porta pensi subito al peggio. Ho avuto paura per le persone a cui tengo. Ma non si trattava di loro: si trattava di te. Così, per un istante mi sono sentita sollevata. Poi però mi hanno spiegato quello che era successo, quello che avevi fatto: eri entrata nell’acqua. A quel punto ero furiosa. Furiosa e spaventata. Ho pensato alle parole che ti avrei detto al mio arrivo: che di sicuro l’avevi fatto di proposito, per sfidarmi, per farmi arrabbiare, per spaventarmi, per farmi tornare. Eccomi qua a Beckford, Nel: hai vinto!

Julia Abbott è fuggita molti anni fa dalla sua cittadina natale, un paesino sperso nella campagna inglese, sulle rive del nero fiume Beckford, dal quale essa prende il nome, con la promessa di non farvi più ritorno. Beckford è un paese bizzarro, con un sacco di gente stramba, una storia tutta particolare da raccontare e poi c’è il fiume. La cosa più assurda di tutte: in questa città, ovunque si vada, qualunque direzione si prenda, in un modo o nell’altro ci si trova davanti la sua acqua che scorre.

Un giorno, però, il corpo di sua sorella Nel viene ritrovato sul fondo del fiume. Julia è quindi costretta a fare ciò che nella vita, aveva giurato, non avrebbe più fatto: rimettere piede nella soffocante cittadina della sua adolescenza, un luogo di ricordi confusi e spezzati.

Ma ora Nel è morta, e lei deve fare ritorno. Julia deve fare chiarezza su cosa è accaduto realmente. Perché è vero che sua sorella Nel aveva una vera e propria ossessione per quel fiume, per le vite spezzate dallo scorrere inesorabile del suo corso, ossessionata da tutte quelle donne difficili e scomode che lì vi hanno trovato la fine, a tal punto da iniziare addirittura la stesura di un libro. Ma una certezza l’aveva: sua sorella non si sarebbe mai buttata.

Ora Julia ha paura ad essere lì sola, nei luoghi del suo passato, perché la verità è sfuggente come l’acqua e deve essere ricercata negli sguardi bassi degli abitanti di questa cittadina, nelle loro vite intrecciate in cui nulla è come sembra.

Non fidarti di una superficie troppo calma. Lascia che l’acqua ti racconti la sua storia.

Dentro l’acqua” è il nuovo thriller incredibilmente avvincente firmato Paula Hawkins, la scrittrice de “La ragazza del treno”, che fa immergere il lettore in una nuova avventura grazie alla sua capacità di spiare le vite degli altri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *