Mi scrive I L
Gentile dott.ssa Rossetti,
cosa mi sta succedendo?
Sono apatica, stanca, demotivata.
Ho perduto la voglia di stare con gli altri, di relazionarmi, di uscire. Perchè?
Perchè mi sembra che la mia vita scorra senza emozioni, soddisfazioni, realizzazione… oggi è uguale a ieri e nella mia convinzione uguale a domani….mi sento vecchia (36 anni) e il mio essere single mi pone davanti ai miei limiti relazionali, alle poche volte che ho lasciato che un uomo entrasse nella mia vita.

Poi guardandomi in giro, circondata da un mondo di giovani, di belle ragazze e di così pochi coetanei liberi o interessanti…. guardarmi in giro e uscire diventa uno specchio che riflette un’immagine di me sorpassata e stanca.

Questo mi deprime, mi rende così amaramente triste che nemmeno s’immagina…. io poi non sono ne una splendida donna, ne ho un carattere solare ed estroverso…quindi… non so come dare una svolta alla mia vita, a cosa aggrapparmi per non affogare in questo mare di consapevolezza, disillusione e paura… mi dia un consiglio grazie
I L

===================================

Risponse Anna Grasso Rossetti
Molto spesso si dà colpa alla psiche, quando – invece – la responsabilità è del soma. Cara I L, se sapesse quante persone sono state poco bene, senza motivo, con disagio pari il suo… solo per questioni CLIMATICHE.

Il corpo fa fatica ad adeguarsi ai subitanei cambiamenti del tempo: e non possiamo negare che da febbraio ad oggi ne abbiamo viste di tutti i colori. Calcoliamo la fatica fatta, per star al passo con freddo/caldo/pioggia/caldo/afa…

Vogliamo poi ragionare un po’ sul fatto che, anche se solo cala un po’ in noi il potassio, tendiamo a vedere tutto nero, ma nero che più cupo non si può. Tutto ciò che accade viene visto in negativo; le speranze non ci sfiorano neppure da lontano; tutto è esattamente come Lei lo descrive:”mare di consapevolezza, disillusione e paura”.

Consapevolezza del negativo disillusione nelle aspettative paura del futuro, visto come negativo, privo di luce. E se fosse proprio solo una carenza di minerali, tutto ciò? Prima di pensare di non essere adeguata psicologicamente, quindi, una accurata analisi del sangue ed integratori a gogò, uniti a TANTO movimento: dal nuoto alle camminate, dall’equitazione alla bicicletta…

Poi, una accurata disanima degli accadimenti e del perchè del senso di vuoto: qualche colloquio con qualcuno che abbia la Sua fiducia, per ben chiarire quali e quante possibilità POSITIVE ha il Suo vivere. Sono convinta che non sia possibile, senza motivazioni gravi (e Lei non me ne fa cenno) passare da un carattere solare al processo di vanificazione.

Ed ho già visto, in questo periodo, pseudo depressioni svanire abbastanza velocemente, solo con gli accorgimenti di cui sopra. Mi faccia sapere.