Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona – “Cremona e turismo lavorano insieme: c’è una correlazione, una non procede senza l’altra.” Ha detto bene il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti aprendo la scorsa settimana l’incontro #destinazionecremona voluto proprio per dare forza a quel concetto e alla città come destinazione turistica.

All’incontro ha partecipato anche Cassa Padana, da anni partner di progetto delle iniziative culturali ed artistiche poste in atto dal Comune di Cremona, dal Festival Acquedotte alla mostra sul Genovesino, che sanno richiamare turisti dalle provincie limitrofe, ma anche dall’estero, sviluppando quindi anche ulteriore economia per il territorio.

La riflessione che si è sviluppata attorno a #destinazionecremona  ha riscosso forte eco a livello locale.

destinazionecremona
Un momento del dibattito: al centro il sindaco Galimberti

Ospitata in sala Puerari del Museo Civico di Cremona, ha visto la partecipazione anche del presidente della Provincia Davide Viola, dell’assessora Barbara Manfredini, di Roberta Garibaldi dell’Università di Bergamo e docente di East Lombardy, di Jill Comerford vicepresidente dell’associazione insegnanti strumenti ad arco e, tra gli altri, anche di Ilaria Casadei, funzionaria della Camera di commercio .

“Cremona e turismo lavorano insieme” quindi, Il sindaco si è poi soffermato sugli investimenti in merito alla progettualità territoriale oltre che sull’importanza di una rete di sinergia tra pubblico, privato ed enti per promuovere il turismo a Cremona.

La città ha molto da offrire ai visitatori, anche a livello europeo e mondiale. Ma il territorio non si promuove da solo, serve il contributo di tutti, privati, enti pubblici, associazioni. La città è anche ben inserita in una fitta rete di vie di comunicazione, che va continuamente sviluppata e modernizzata. Ma è determinante stringere accordi per far sì che Cremona diventi un vero hub del turismo e della cultura.

Nell’ultimo anno in Italia il numero di turisti è aumentato in modo considerevole, anche per una questione di sicurezza a livello internazionale. E infatti, come confermato successivamente da Roberta Garibaldi, i turisti stranieri non si limitano a visitare le città italiane maggiormente conosciute: si è registrato infatti anche un sostanziale incremento di visitatori in luoghi diversi, dal lago di Garda, alle Dolomiti o le Cinque Terre.

Anche Cremona ha registrato un aumento di visitatori. Anche grazie al successo di iniziative quali Festival Acquedotte, Festa del Salame (alla sua prima edizione) nonché la rinomata Festa del Torrone.

CONDIVIDI
Andrea Mosa
Laureato in giurisprudenza dal 2007, entro in Cassa Padana nel 2009. Ho 33 anni. Ho sempre lavorato in filiale, tra gli sportelli di Taneto di Gattatico, Sissa e Cremona. Tifoso sfegatato della Cremonese e dell’Olimpia Milano, amo gli animali, infatti vivo con tre gatti (Damon, Bad e Olimpia) ed un cane (Magico Alviero), e nel tempo libero cerco di praticare sport. Adoro rilassarmi con un buon film e, perché no, giocare alla playstation!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *