Tempo di lettura: < 1 minuto

Mi scrive Diaspro Rosso, femmina, anni 50, mancina coatta

grafo_diasprorosso

Grafia estremamente interessante, per la grande variabilità nel produrre grafemi a volte anche diversissimi tra loro, pur nel formare la stessa lettera. Anche l’inclinazione è variabile, persino nello stesso rigo.

L’insieme dei Segni indica:
– Attenzione forte e vivida
– Astrazione vivace e, anche se non costantemente, proficua a sé ed all’habitat
– Buone classificazione ed evocazione, a livello di memoria, ma interferite dall’umore e dalla tendenza a reagire in modo spropositato alle azioni dell’ambiente
– Estrema sensibilità
– Grande desiderio di affettuosità dimostrate, di riconoscimento del proprio esistere
– Espressione e paragoni brillanti, animati, capaci di coinvolgere l’interlocutore
– Notevoli agitabilità ed ansietà, con forti scariche di collericità, improvvise e veloci: così come arrivano, se ne vanno. La vivacità nelle reazioni alle offese, vere o presunte che siano, può portare spesso l’habitat a non capire ed a non accettare, nei comportamenti o nelle parole, la persona.
– Presentazione personale disinvolta
– Lieve esorbitanza dal proprio campo d’azione in quello altrui
– Saltuarie incoerenze e, a volte, paralisi della attività, per agitazioni interiori e per momenti di fortissima tensione (che può portare a somatizzazioni)
– Facilità all’affaticamento psico-fisico, per irritabilità e per iper-tensione psico-nervosa
– bisogno di frequenti interruzioni nell’attività e di ricreazioni che diano serenità, ma non meditazioni: DIASPRO ROSSO dovrebbe più vivere, che elucubrare, perché nella materialità può trovare gioia.

Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.