Tempo di lettura: 4 minuti

Brescia – Nelle giornate di venerdì 20 e sabato 21 gennaio si svolgerà a Brescia la prima edizione della “Digital Marathon”, organizzata dall’Associazione Dreampuzzle. Si tratta di una iniziativa di sensibilizzazione, promozione e formazione di temi quali il coding, la robotica e il digitale rivolta sia al mondo scolastico sia alle famiglie.

L’evento coinvolge e promuove diverse associazioni e enti territoriali e richiama partner e figure di spicco del panorama nazionale. I temi del digitale vengono affrontati ponendo al centro il bambino e partendo dalla convinzione che l’educazione al digitale sia cosa ben piu’ complessa e completa dell’insegnamento delle specifiche tecniche che di volta in volta si susseguono e che posseggono inevitabilmente una caratteristica di obsolescenza.

Una delle convinzioni di cui siamo portatori è che la vera innovazione, da sviluppare a scuola, è quella che dura al di là dei tecnicismi, quella che insegna ad affrontare ogni nuova sfida “tecnologica”, ogni paradigma futuro con l’unico strumento necessario: il nostro cervello! L’obiettivo è quello di sensibilizzare, coinvolgere e creare comunità di scambio e condivisione intorno al tema del coding e della robotica.

L’idea nasce da un’attenta osservazione del mondo scolastico e dall’esigenza, ormai sentita impellente nel territorio, di abbracciare e accogliere le nuove istanze innovative sviluppate a livello nazionale e internazionale.

Con l’avvento del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) anche il Miur ha dato un segno evidente della necessità di creare maggiore consapevolezza e strutturare una comunità allargata in grado di assorbire le istanze della società contemporanea in termini di innovazione e diventare essa stessa promotrice di rinnovamento.

“Digital Marathon” consta di due appuntamenti offerti gratuitamente alla comunità. Il primo è rivolto alle scuole l’altro alle famiglie. E’ possibile prenotarsi accedendo alla pagina dedicata.

  • Venerdì 20 gennaio, ore 14.00-16.00 – “Il Coding va in scena“, a cura del prof. Alessandro Bogliolo dell’Università di Urbino. Giochi interattivi e animazioni guideranno bambini e insegnanti in un viaggio di scoperta appassionante, tra reale e virtuale. Il pubblico, fisicamente coinvolto nelle diverse attività, diventa vero protagonista del programma. Gli strumenti utilizzati sono differenti e cambiano da evento a evento. Nelle versioni precedenti sono stati utilizzati:
    • una scacchiera immersiva che permette di visualizzare sul grande schermo un “robot-uomo” che segue le indicazioni della platea. Così facendo si iniziano a muovere i primi passi nel coding, orientarsi e toccare con mano cosa voglia dire sviluppare un programma, interpretarlo, eseguirlo ed eventualmente correggerlo.
    • Insert-sort. E’ stato preso un piccolo gruppo di persone per sperimentare, partendo da una situazione reale, l’algoritmo generale “insert-sort” che permette di ordinare in modo rigoroso anche gruppi numerosi. Questa sperimentazione consente di capire che ogni qualvolta si trova un algoritmo di risoluzione di un qualsiasi problema, si trova una soluzione peritura, replicabile e generalizzabile; per questo si puo’ dire che “Un algoritmo è per sempre!”
    • Ricerca dicotomica. Anche in questo caso è stato scelto un gruppo di persone dalla platea per sperimentare uno tra i piu’ semplici ma potenti algoritmi ricorsivi esistenti.
    • Pesci ombra sott’acqua. Questa modalità, già sperimentata a Catania e Vasto, si avvale di sfondi scenografici accattivanti; consiste nell’eseguire un programma in grado di far parlare “sott’acqua” i bambini con balene, pesci ombra e addirittura con uno squalo! La scena è quella di un bel fondale marino. Dei bambini di profilo dietro allo schermo proiettano le loro ombre sulla scena così…parte la magia!
    • I colori liberano la ballerina prigioniera del nero. Noemi danzava dietro allo schermo, ma lo schermo era tutto nero e la sua ombra era invisibile. Solo quando sullo schermo è apparso un graffio colorato Noemi ha potuto mostrare l’ombra della sua mano per chiedere aiuto. La platea è riuscita a liberarla utilizzando la voce. E’ stato infatti il richiamo del pubblico a espandere la traccia colorata della sottile penna che rimbalzava sullo schermo; alla fine i colori hanno riempito lo schermo e svelato la bella sagome della ballerina danzante!
    Verrà rilasciato un attestato di partecipazione dall’Univerità di Urbino Ente accreditato Miur.
    L’evento si terrà presso l’Aula Magna dell’Università di Ingegneria di Brescia, in via Branze 38.
  • Sabato 21 gennaio, ore 14.30-18.30 – Attività a carattere laboratoriale e talk. Sono stati infatti organizzati workshop, corsi di formazione e laboratori (LAB Chimica, Tinkering, Robotica, Stampa 3D, concorsi Lego CreActive), durante i quali bambini, genitori e insegnanti potranno sperimentarsi e mettersi in gioco con attività divertenti e creative. Durante la giornata verranno organizzate sessioni dedicate agli insegnanti per dare spunti e guide per proseguire le attività conosciute in questa sede, saranno presenti diversi stand tra cui quello dell’associazione Apicoltori di Brescia che illustrerà l’interessantissimo mondo delle api e il suo habitat, si terranno talk, laboratori di chimica, di robotica, il Coderdojo.
    Durante questo appuntamento si svolgerà anche la seconda edizione del concorso della “First Lego League” ove le squadre partecipanti presenteranno le proprie costruzioni Lego sviluppate intorno ad un progetto scientifico avviato nel corso dell’anno da numerose scuole del territorio. Il tema di questa edizione è “Creature Craze” ovvero il mondo dell’ape mellifera, il suo habitat e l’ecosistema che essa condivide con altre creature. I bambini si sono spesi nello studio e nell’approfondimento di questi temi giungendo a elaborare il poster “Show Me” ideato per rappresentare il percorso svolto con metodo scientifico.
    L’evento si terrà presso l’Itis Castelli, in via Cantore 9, Brescia.
CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *