Tempo di lettura: 2 minuti

Rezzato, Brescia. Un invito rivolto a tutti i bambini, al loro sguardo su tutto ciò che li circonda da mettere in un disegno che andrà a implementare la raccolta museale. La Fondazione PInAC presenta il nuovo concorso internazionale di disegno Intorno a me: un invito a riflettere sui temi del paesaggio abitato e della città, gli spazi costruiti dove si svolge la vita quotidiana dei bambini.

Il concorso è rivolto a bambine e bambini, ragazze e ragazzi dai 6 ai 15 anni che potranno partecipare individualmente, attraverso le scuole o i centri per l’infanzia. Il termine per l’invio degli elaborati è il 31 maggio 2019.

Attraverso questo concorso Fondazione PInAC prosegue il suo lavoro di promozione e valorizzazione del linguaggio grafico pittorico quale espressione della creatività e della capacità comunicativa dell’infanzia. Gli elaborati selezionati entreranno a far parte della Raccolta museale che oggi vanta oltre 8.000 disegni provenienti da circa 80 Paesi del mondo.

La PInAC (Pinacoteca Internazionale dell’Età Evolutiva Aldo Cibaldi) è un museo dinamico internazionale che raccoglie, studia e promuove l’espressività infantile. La collezione storica è unica nel suo genere in Italia e in Europa e rappresenta un ponte ideale con i bambini e i popoli del mondo intero: fondata da Aldo Cibaldi negli anni Cinquanta, conta oggi oltre 8.000 opere provenienti da 76 Paesi.

La PInAC è una collezione viva: le opere dei suoi archivi si fanno conoscere attraverso mostre che raccontano emozioni, pensieri e speranze di migliaia di bambini ed educano alla conoscenza tra i popoli e al rispetto dei diritti di tutti, ciascuno nella propria diversità artistico-culturale. E’ una collezione che continua a crescere e che accoglie anche le forme espressive legate ai ‘pennelli elettronici’ offerti dalle tecnologie digitali.

È inoltre un centro di sperimentazione creativa che sostiene il diritto all’espressione e all’arte per tutti i bambini, le bambine e gli adulti interessati. Collabora con artisti, pedagogisti, filosofi, insegnati e studenti di diversi ordini di scuola nella prospettiva di un sistema formativo integrato.

Scarica il bando ufficiale al fondo della pagina contenente la traccia dettagliata, il regolamento e i moduli di adesione.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *