Rezzato, Brescia. Un invito rivolto a tutti i bambini, al loro sguardo su tutto ciò che li circonda da mettere in un disegno che andrà a implementare la raccolta museale. La Fondazione PInAC presenta il nuovo concorso internazionale di disegno Intorno a me: un invito a riflettere sui temi del paesaggio abitato e della città, gli spazi costruiti dove si svolge la vita quotidiana dei bambini.

Il concorso è rivolto a bambine e bambini, ragazze e ragazzi dai 6 ai 15 anni che potranno partecipare individualmente, attraverso le scuole o i centri per l’infanzia. Il termine per l’invio degli elaborati è il 31 maggio 2019.

Attraverso questo concorso Fondazione PInAC prosegue il suo lavoro di promozione e valorizzazione del linguaggio grafico pittorico quale espressione della creatività e della capacità comunicativa dell’infanzia. Gli elaborati selezionati entreranno a far parte della Raccolta museale che oggi vanta oltre 8.000 disegni provenienti da circa 80 Paesi del mondo.

La PInAC (Pinacoteca Internazionale dell’Età Evolutiva Aldo Cibaldi) è un museo dinamico internazionale che raccoglie, studia e promuove l’espressività infantile. La collezione storica è unica nel suo genere in Italia e in Europa e rappresenta un ponte ideale con i bambini e i popoli del mondo intero: fondata da Aldo Cibaldi negli anni Cinquanta, conta oggi oltre 8.000 opere provenienti da 76 Paesi.

La PInAC è una collezione viva: le opere dei suoi archivi si fanno conoscere attraverso mostre che raccontano emozioni, pensieri e speranze di migliaia di bambini ed educano alla conoscenza tra i popoli e al rispetto dei diritti di tutti, ciascuno nella propria diversità artistico-culturale. E’ una collezione che continua a crescere e che accoglie anche le forme espressive legate ai ‘pennelli elettronici’ offerti dalle tecnologie digitali.

È inoltre un centro di sperimentazione creativa che sostiene il diritto all’espressione e all’arte per tutti i bambini, le bambine e gli adulti interessati. Collabora con artisti, pedagogisti, filosofi, insegnati e studenti di diversi ordini di scuola nella prospettiva di un sistema formativo integrato.

Scarica il bando ufficiale al fondo della pagina contenente la traccia dettagliata, il regolamento e i moduli di adesione.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.