Brescia. Fondazione ANT organizza a Brescia 6 incontri di formazione gratuiti dedicati al volontariato socio-assistenziale. Fondazione ANT Italia ONLUS, la più ampia realtà non profit italiana nell’assistenza specialistica domiciliare ai malati oncologici, organizza a Brescia, a partire da venerdì 27 gennaio, sei incontri formativi gratuiti sul volontariato, aperti alla cittadinanza, con lo scopo di dare i giusti strumenti per operare nel mondo della solidarietà.

Il corso è strutturato in sei moduli attraverso i quali conoscere la missione della Fondazione ANT e il suo progetto di assistenza medico-specialistica domiciliare gratuita ai malati di tumore e alle loro famiglie, garantito anche a Brescia da un’équipe sanitaria composta da medici, infermieri e psicologi.ant-7

Ogni venerdì, dal 27 gennaio dalle ore 17 alle 19, presso la sede ANT in viale della Stazione 51 a Brescia, una psicologa, un medico e un coordinatore ANT si rivolgeranno a tutti coloro che desiderano dedicare parte del proprio tempo al volontariato sia in ambito socio-assistenziale, per l’aiuto ai sofferenti, sia organizzativo-promozionale per collaborare nella raccolta fondi, imparando ad agire con consapevolezza e a rendersi utile agli altri in modo costruttivo.

Gli incontri saranno:

27 gennaio – Il Progetto Eubiosia: l’ospedale domiciliare oncologico di ANT

3 febbraio – Il paziente oncologico

10 febbraio – La relazione di cura

17 febbraio – Il dialogo in famiglia per chi assiste

24 febbraio – L’assistenza socio-sanitaria ANT. Fare volontariato: perché, come, cosa si fa. Il volontario nell’integrazione d’équipe sanitaria

3 marzo – La parola all’équipe sanitaria: incontro con un medico e un’infermiera ANT

Per avere ulteriori informazioni e iscriversi al corso si possono contattare la sede ANT di Brescia al numero 0303099423 oppure inviare una mail a delegazione.brescia@ant.it.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.