Cremona. Dal brivido di un volo all’adrenalina di una corsa con un auto da rally d’epoca, da un affascinante trekking urbano in carrozzina ad un ballo o una cena al buio, sono solo alcune delle attività in programma per la nuova edizione di “DiVersamente Uguali“, sport cultura e disabilità dal 9 al 12 maggio nella città dei violini.

Artefice della manifestazione Agropolis, la cooperativa sociale che opera nel settore della disabilità dal 1989 al fianco delle persone fragili e delle loro famiglie. Non poteva mancare il supporto di Cassa Padana sempre sensibile ai bisogni del territorio.

Ai nastri di partenza giovedì 9 alle 17,45 DiVersamente Uguali, la manifestazione dedicata alla disabilità giunta ormai alla sua 11° edizione. Sino a domenica 12 in varie location della città ci sarà l’opportunità di assistere a varie esibizioni sportive e di partecipare ai diversi momenti culturali per conoscere e approfondire il tema della disabilità. Da un decennio la manifestazione ha un obbiettivo primario: sensibilizzazione della società per abbattere le barriere, specialmente mentali, oltre che fisiche, perché la disabilità non un mondo a parte ma parte del mondo.

Lo scopo della rassegna è infatti quello di accorciare le distanze e promuovere i diritti delle persone disabili, anche e soprattutto attraverso la pratica sportiva, vista come opportunità per crescere insieme abbattendo le barriere fisiche e mentali.

Madrina della manifestazione sarà, come da tradizione, Eleonora Busi, laureata in Psicologia Clinica presso l’Università del Sacro Cuore di Milano, giornalista dell’emittente televisiva Cremona 1, presentatrice di manifestazioni ed eventi. È stata finalista a Miss Italia 2008.

Il programma:

giovedì 9 maggio Happy hour con l’autore

  • Ore: 17:45 alla Fondazione Città di Cremona presentazione del docu-film “Be kind”.
  • A seguire alle ore 20 la cena al buio un’esperienza unica, che risveglia il potere dei sensi nel sapore del buio. Realizzata in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cremona.

venerdì 10 maggio

  • Giro in città in carrozzina – cremona senza ostacoli: tradizionale appuntamento della rassegna, che ha generato proposte analoghe anche in altre città italiane.
  • Tavola rotonda “comunicare la disabilità” – Palazzo Trecchi, ore 18
  • esibizioni di danza in carrozzina e scuola di ballo “Ballo anch’Io” – Palazzo Trecchi, ore 20. La cremonese Chiara Pedroni, campionessa italiana di danza in carrozzina 2018, si esibirà in una performance di danza in carrozzina.

sabato 11 maggio

  • Cielo senza barriere Porte aperte all’aeroporto per ospitare persone con disabilità, giovani, intere famiglie ed appassionati e far conoscere a tutti questa eccellenza del territorio cremonese e la meravigliosa realtà del volo. Dalle ore 10 alle 12:30 e dalle 15 alle 17 esperienza di volo. Ospite d’onore: Sabrina Papa, la prima allieva pilota d’ultraleggero non vedente d’Italia. Dalle 15 alle 17 Fanfara Provinciale dei Bersaglieri di Cremona.
  • attività di tiro con l’arco, durante la giornata istruttori federali e personale qualificato dell’A.S.D. Arcieri Seri-Art Cremona saranno a disposizione dei presenti per le attività
  • rappresentazione teatrale “Paura dei confini” al Teatro Monteverdi, ore 11. Laboratorio teatrale
  • rallye senza ostacoli – challenge “Gianluigi Romanini”, Piazza del Duomo ore 15:30 Un evento con auto storiche/d’epoca ad equipaggi misti; come esempio di perfetta integrazione, in quanto i navigatori saranno persone con disabilità.
  • Nel Cortile Federico II, dalle ore 16,30 alle 17,30 ci sarà un’esibizione di karate.

domenica 12 maggio

  • esibizioni di foot golf e boccia paralimpica – Ore 10-12:30, Giardini di Piazza Roma:
  • tavola rotonda “inserimento lavorativo di persone con disabilità”:
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.