Tempo di lettura: 2 minuti

Cresce nel nostro Paese il numero dei parchi di divertimento a tema, luoghi spesso accessibili anche a famiglie con persone con disabilità.

Nel numero di giugno della rivista Superabile Inail una panoramica dell’accessibilità delle strutture, a cura di Francesca Tulli e Gloria Emili. Con una raccomandazione: prima di partire contattare la struttura per verificare che l’accessibilità sia adeguata alla proprie esigenze.

Si inizia dal parco che trae spunto da uno dei romanzi italiani più diffusi al mondo, quale appunto Le avventure di Pinocchio, sito nella cittadina di Collodi, in Toscana, da cui l’autore Carlo Lorenzini trasse il suo pseudonimo.

Al suo interno è possibile incontrare i tanti personaggi descritti nel libro, dal grillo parlante alla fata turchina, fino al gatto e alla volpe. I percorsi di visita, le attrazioni e i servizi presenti nell’area del parco sono accessibili a persone su sedia a ruote, a eccezione del pescecane che non è fruibile dall’utenza richiamata.

Spostandoci a Piacenza, troviamo invece il Castello di Gropparello, antica rocca fortificata circondata da un vasto bosco. Il parco è realizzato per stupire bambini e adulti che vogliono rivivere il Medioevo, guidati dal Cavaliere bianco.

Soltanto il primo piano del castello può essere visitato senza incontrare barriere architettoniche ed è raggiungibile dopo aver percorso un viale in ghiaia che dal punto di accoglienza conduce al ponte levatoio. La conformazione del terreno boschivo e il tipo di attività proposte ai visitatori, fanno sì che l’area esterna al castello non sia fruibile da persone su sedia a ruote (info: .

Rimanendo in Emilia Romagna, a Rimini segnaliamo il parco di Fiabilandia, al cui interno il visitatore si imbatte nel castello di Mago Merlino, vive le avventure del Capitano Nemo, soggiorna sulla baia di Peter Pan, o ancora si addentra nel Gran Canyon. Tre le attrazioni più apprezzate dai piccoli c’è la miniera d’oro del west e il trenino che attraversa la riserva degli indiani. I percorsi di visita sono accessibili alle persone con disabilità motorie, così come le aree pic-nic e i servizi igienici. Il battello e il trenino sono fruibili dall’utenza richiamata.

Infine, raggiungiamo Roma per visitare il Fantastico mondo del fantastico, situato nel Castello di Lunghezza e nel parco che lo circonda. Al suo interno è possibile incontrare scenografie di fiabe, quali “II sogno di Biancaneve”, “II mondo di Aladin”, “Le avventure di Peter Pan e Capitan Uncino”.

I visitatori hanno l’opportunità di imbattersi nei loro eroi: Zorro, D’Artagnan, Spiderman. In tema di accessibilità, sottolineiamo che i visitatori su sedia a ruote possono accedere al castello da un ingresso secondario, raggiungibile con un veicolo messo a disposizione dall’organizzazione del parco. L’area esterna è “fruibile con aiuto” da tutte le persone con disabilità motorie, in quanto il terreno è in parte sterrato e a tratti presenta ghiaia oppure erba.