Tempo di lettura: 5 minuti

Nella 12ª giornata di andata del campionato di serie B maschile girone B continua la marcia solitaria al comando della Gesteco Cividale del Friuli che trascinata dalla coppia Chiera e Battistini autore di 47 punti sugli 84 totali si aggiudica il match clou sul campo dell’ex capolista Gemini Mestre (Bortolin 18) che scivola così al 3° posto.

Alle spalle della formazione udinese continua il magic moment della Juvi Ferraroni Cremona (Bona e Preti 20) che con qualche difficoltà passa sul non facile campo della Tenuta Belcorvo San Vendemiano a cui non sono bastati i 21 punti, di cui 17 messi a referto nei primi 20′ che rimane a soli 2 punti dall’ex capolista Gemini Mestre e viene raggiunta dalla Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda (Ricci 22) che si aggiudica con 40 punti di scarto il derby regionale contro la pericolante Allianz Bank Bologna (Graziani 15).

Alle spalle della coppia veneto-emiliana troviamo la coppia composta da Civitus Assicurazioni Vicenza (Piccone 13) che solo nel finale si sbarazza nel derby della pericolante Secis Jesolo (Rossi 18) e Withu Bergamo (Savoldelli 29) che recupera un passivo di 13 lunghezze e supera una mai doma Green Up Crema a cui non sono bastati i 22 punti di Luca Montanari.

Appena sotto troviamo la brianzola Rimadesio (Mazzoleni 21) che a fatica si impone sul fanalino di coda Lissone Interni Bernareggio (Di Meco 29). A chiudere il lotto delle possibili partecipanti ai playoff troviamo la Pontoni Monfalcone (Rezzano 20) che a sorpresa cede in trasferta sul campo della pericolante Antenore Energia Padova (Bocconcelli e Ferrari 21) e viene raggiunta in classifica dalla neopromossa LuxArm Lumezzane (Mastrangelo 20) che si aggiudica il derby lombardo sul campo della Agostani Caffè Olginate (Cucchiaro 15) che rimane ferma a quota 8 punti al pari della Secis Jesolo ed Allianz Bank Bologna e raggiunta dalla già citata Antenore Energia Padova che a loro volta mantengono solo 2 punti di vantaggio sulla Green Up Crema sconfitta a Bergamo; mentre chiudono la classifica i brianzoli della Lissone Interni Bernareggio.


San Vendemiano (TV) – Continua il momento magico per la Juvi Ferraroni Cremona che in terra veneta supera i trevigiani della Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano con il punteggio finale di 70 a 79, e mantiene la 2ª posizione a soli 2 punti dalla capolista Gesteco Cividale del Friuli.

Coach Crotti inizia con il collaudato starting five composto da Bona, Nasello, Fumagalli, l’ex Preti e Gobbato; mentre dall’altra parte coach Mian risponde con Vedovato, Baldini, Verri, Gatto e Sanguinetti.

La gara vede un buon inizio dei gigliati che grazie ad un buon gioco di squadra mantengono sempre un vantaggio che gli permette di chiudere i primi 10′ a +7 sul punteggio di 10 a 17. Nella 2ª frazione una tripla di Bona permette ai cremonesi di doppiare i trevigiani che poco dopo subiscono un fallo tecnico alla panchina ed il vantaggio aumenta ancor più sino ad arrivare a toccare le 15 lunghezze e con i padroni di casa in giornata no dalla lunga distanza, che costringono coach Mian al time out. Alla ripresa del gioco è il solo Verri è a trovare la via del canestro con continuità al pari di Baldini, ma dopo 20′ il divario tra le due squadre è sempre intorno alla doppia cifra di vantaggio sul risultato di 25 a 36.

Al rientro dagli spogliatoi botta e risposta dalla lunga distanza tra l’ex Preti e l’ex Vanoli Cremona Sanguinetti e San Vendemiano pian piano recupera lo svantaggio e nel finale un tiro libero di Giacchè chiude il 3° tempo sul punteggio di 47 a 53. Ad inizio ultimo quarto Vedovato viene sanzionato con un fallo tecnico e la Ferraroni ne approfitta con Preti e Sipala per riportarsi sopra la doppia cifra di vantaggio; poi nel finale altro recupero dei trevigiani che con una tripla di Baldini si riporta a -5 a 40” dalla fine, ma nei secondi finali Bona e Preti piazzano il tentativo di rimonta locale chiudendo sul 70 a 79 finale.

TENUTA BELCORVO SAN VENDEMIANO-JU.VI. FERRARONI CREMONA 70-79
PARZIALI: 10-17, 25-36, 47-53
TENUTA BELCORVO SAN VENDEMIANO: Vedovato 4, Baldini 18, Verri 21, Gatto 14, Azzaro 3, Sanguinetti 8, Nicoli, Giacchè 2, Borsetto, Zocca, Ballaben n.e., Guazzotti n.e. All.: Mian.
Usciti per 5 falli: Azzaro 30′ (49-61) e Verri 38′ (65-71), falli tecnici alla panchina 12′ (10-20) e Vedovato 32′ (47-53).
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Gobbato 5, Preti 20, Fumagalli 10, Nasello 12, Bona 20, Sipala 10, Milovanovikj, Tonello, Vacchelli, Giulietti 2, De Martin n.e. All.: Crotti.
Uscito per 5 falli: Gobbato 37′ (60-69).
ARBITRI: Giunta di Ragusa e Licari di Marsala (TP).


Crema (Cr) – Una Green Up Crema incapace di gestire un vantaggio di 13 lunghezze viene giustamente punita dai padroni di casa della Withu Bergamo con il punteggio finale di 87 ad 80, e rimane sempre più invischiata in zona playout.

Per questa gara coach Ghizzinardi deve rinunciare all’infortunato Bianconi schiera lo starting five composto da Luca Montanari, Esposito, Seck, Cernivani e Del Sorbo; mentre dall’altra parte coach Cagnardi risponde con Sodero, Ihedioha, Savoldelli, Dell’Agnello e Negri.

La gara vede un inizio favorevole ai cremaschi che con una tripla di Esposito piazzano il primo mini allungo sul 4 a 9 al 4′, poi gli uomini di coach Ghizzinardi mantengono sempre un discreto vantaggio e solo nel finale i padroni di casa accorciano riportandosi ad un possesso pieno sul 15 a 18. Nella 2ª frazione continua il buon momento di Crema che arriva a toccare un vantaggio massimo di 13 lunghezze sul 24 a 37 al 17′ con una tripla di Luca Montanari, ma a questo punto i rosanero si inceppano ed i padroni di casa trascinati da Savoldelli e Dell’Agnello recuperano punto su punto e si va al riposo con la Green Up avanti di sole 2 lunghezze sul punteggio di 39 a 41.

Alla ripresa del gioco Savoldelli con un paio di canestri porta avanti i suoi, ma Crema rimane in scia e al 27′ Venturoli con una tripla regala l’ultimo vantaggio cremasco sul 49 a 50 prima di subire un parziale di 15 a 2 ed il 3° periodo si chiude sul 64 a 52. Ad inizio ultima frazione la Green Up sprofonda sino a -17 grazie ad un canestro dell’Mvp Savoldelli sul 73 a 56 al 33′, ma a questo punto i padroni di casa sicuri di poter amministrare bene il vantaggio subiscono il ritorno degli ospiti e nel finale Ziviani da 3 punti riporta i rosanero a -6, ma il solito Savoldelli mette fine ai sogni di rimonta cremaschi ed il match si chiude sull’87 a 80 finale.

WITHU BERGAMO-GREEN UP CREMA 87-80
PARZIALI: 15-18, 39-41, 64-52
WITHU BERGAMO: Bedini 9, Negri 5, Piccinni n.e., Sodero 7, Isotta, Manenti 2, Ihedioha 11, Gherardi n.e., Rota n.e., Cagliani 2, Savoldelli 29, Dell’Agnello 22. All.: Cagnardi.
Nessuno uscito per 5 falli.
GREEN UP CREMA: Del Sorbo, Ziviani 13, L.Montanari 22, Mercado Sanchez n.e., Esposito 9, Bianconi n.e., Konteh, Russo n.e., Seck 6, Carinelli n.e., Cernivani 14. All.: Ghizzinardi.
Usciti per 5 falli: Del Sorbo 33′ (69-54) ed Esposito 40′ (82-75).
ARBITRI: De Bernardi e Ferrero di Torino.