Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – “Domani” è il periodico dell’Associazione Nazionale Trapiantati d’Organi (ANTO Onlus). Puntuale come ogni anno, anche nell’avvicendarsi del 2017 con il 2018, tale organo d’informazione documenta le attività del sodalizio, rilanciandole al corso del tempo a venire, anche attraverso l’approfondimento di alcuni temi collaterali alla natura fondante dell’associazione stessa.

Fra questi, nella varietà di altri interessanti spunti ancora, quello riferito alla logopedia, mediante un’accurata trattazione a firma della logopedista Elena Gantea, volta a presentare la propria delicata professione sanitaria, grazie ad un personale e riconosciuto bagaglio di qualificate esperienze maturate nel merito di questa disciplina riabilitativa, sia a fronte di costanti corsi di aggiornamento che di una diversificata applicazione d’intervento, spesa a favore di pazienti contraddistinti da diverse problematiche, comunque legate alla sfera del linguaggio che, dell’età anagrafica e di certi casi specifici, anche post operatori, delineano una serie di difficoltà correlate, come nella deglutizione, nell’apprendimento, nella funzionalità uditiva e nell’articolazione della parola e della emissione coordinata di suoni.

Questo versante sanitario interseca il campo d’azione dell’ANTO che, in altri ambiti privilegiati, si presta ad essere da supporto ai trapiantati d’organi ed ai loro famigliari, creando una propositiva sinergia d’insieme, affidata al proprio mandato solidaristico che, nel volontariato, è finalizzata, fra l’altro, anche alla promozione della cultura del trapianto, quale tavolo d’intesa sempre aperto al confronto aggiornato sulle novità incombenti in tale specificità di bisogno per l’integrità della vita, fra diagnosi, attesa, intervento e relativo decorso, successivo alla cruciale risoluzione medico-specialistica.

Come, fra altre significative considerazioni, afferma il presidente Arturo Mascardi, da qualche anno subentrato al vertice dell’ANTO ad Antonio Scalvini, ora presidente emerito, questa fetta del terzo settore, riconosciuto dal registro regionale delle associazioni, è pari ad “(…) Un grande amore che fa riflettere. Difatti, quando una persona è sana, difficilmente pensa che un domani possa trovarsi nella condizione di un trapiantando e che la sua vita abbia un futuro soltanto se l’altro sa generosamente amare e donare. Con questa modesta riflessione sulla preziosità del dono e sulla necessità di “tendere una mano” a chi è nel bisogno, vi aspettiamo numerosi. (…)”.

Tale appello si abbina pure alla proposta di utilizzo di un’apposita scheda, ricavata su una pagina del periodico, per sottoscrivere, a vario titolo, la propria personale richiesta di adesione fra le file dei numerosi iscritti all’ANTO che, nel loro impegno, possono essere sostenuti anche da libere elargizioni, per le quali la pubblicazione stessa, diretta dal prof. Gianni Quaresmini, segnala gli estremi di riferimento, sia per possibili versamenti, che per la scelta eventualmente praticabile nell’opzione riservata alla compilazione del “cinque per mille”.

Stampato dalla “Tipografia ELC” di Travagliato, “Domani” presenta in copertina una suggestiva opera ispirata al Natale, a suo tempo realizzata dal compianto artista bresciano Oscar Di Prata (1910 – 2006), mentre, nel susseguirsi ordinato dei contenuti, anche dedicati ad argomenti del calibro di “Innovazione per la diagnosi e il controllo delle malattie del fegato” e de “I nuovi farmaci antivirali per l’epatite C”, il gruppo redazionale che ha contribuito ai testi, per una composita proposta di lettura, fa capo a Pierina Bertoletti, Paola D’Angelo, Anna Dessole, Leone Galbardi, Elena Gantea, Arturo Mascardi, Ermanno Manenti, Gianpiero Menoni, Antonio Pioselli, Vincenzo Paganin, Laura Perazzi, Angelo Prandelli, Ivano Saletti e Giuliano Terlenghi.

L’associazione ha sede a Brescia, presso la Fondazione Poliambulanza, al civico 57 di via Bissolati, dove, nell’apposita saletta in uso alle associazioni, interpreta una prima linea di contatti, attraverso i propri referenti, dalle ore 9 alle ore 12, nella diffusa disponibilità riservata ai giorni dal lunedì al venerdì compresi.