Tempo di lettura: 2 minuti

a cura di Delia Milzani

Gottolengo (Brescia) – Non è un musical, non è un recital, “Il Regalo” è semplicemente lo spettacolo di Natale. E’ un ambiente dove le varie realtà artistiche locali possono raccontarsi attraverso le loro esecuzioni, dialogare e soprattutto incontrarsi. “Il Regalo”, perché a Natale si scambiano i regali? No! Il regalo di cui parliamo è molto di più, è il gesto di un piccolo bimbo che nasce spalancando le braccia per contenere il mondo.

Lo spettacolo è inedito, non c’è un copione, è frutto di un susseguirsi di idee, aggiustamenti, emozioni, aggiunte … Siamo partiti in ritardo, a ottobre, con la consapevolezza che non avremmo avuto il tempo per produrre il consueto Musical, tuttavia non volevamo rinunciare allo stare insieme, alle corse per riuscire in tempo, alle paure per gli intoppi, a quella sensazione mista tra stanchezza ed eccitazione.

La macchina è partita quando ci è capitata tra le mani una poesia di padre Dennis Doren (citata in un messaggio di Natale anche da Papa Francesco) che, attraverso delle metafore, ci fa riflettere su tutto ciò che ci circonda in questo periodo rumoroso e luccicante e ci ricorda che è Natale se tutto parte da noi, dalla nostra capacità di farci prossimi gli uni agli altri, di amare.

Dalla poesia siamo arrivati al grande magazzino, sicuramente qualcuno starà pensando cos’ha di poetico il grande magazzino e cosa lo collega al messaggio d’amore. C’entra, c’entra. Il grande magazzino è il luogo d’eccellenza per gli acquisti di natale, è qui che i vari personaggi incontrano il sig. Christemas, una figura eloquente che aiuta piccoli e grandi a riflettere sul vero significato del Natale.  Il grande magazzino è anche il luogo degli incontri, dove le esistenze sfortunate di un giovane ed impacciato commesso e di una madre ormai provata dalla vita possono riscoprire quell’amore che ormai avevano abbandonato da tempo.

Saranno due scene tratte da due differenti musical a guidarci (o a farci perdere) nel turbine di esitazioni, domande, emozioni che travolgeranno questi due nostri protagonisti. Un altro personaggio che invita alla riflessione è la fioraia che attraverso il “Canto della Vergine”, poesia di Lope de Vega, poeta del XVI secolo, chiede in terra pace. Il canti di natale eseguiti dai cori e i brani musicali dell’orchestra a fiati completano le scene aggiungendo carme e creando un’atmosfera natalizia. A coronare il tutto, il piccolo corpo di ballo che danzando rende gloria a Dio.

Canto, danza, musica, poesia, recitazione, semplicemente lo spettacolo di Natale!

Lo spettacolo, organizzato in collaborazione con la Parrocchia Prepositurale e l’Oratorio di Gottolengo, si terrà nelle giornate del 26 e 27 dicembre, alle ore 20.45, presso il palazzetto dello sport di Gottolengo.

La locandina dello spettacolo.

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *