Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. L’Associazione Cancro Primo Aiuto ha donato una seconda nuova vettura a Fondazione ANT per dare supporto agli operatori sanitari che portano gratuitamente a casa dei malati oncologici assistenza medica, cure infermieristiche e sostegno psicologico, percorrendo tanti chilometri attorno alla provincia di Brescia.

L’amministratore delegato, Flavio Ferrari, e la presidente onoraria, Viviana Beccalossi, di Cancro Primo Aiuto hanno consegnato le chiavi del nuovo mezzo al dottor Francesco Baldo, responsabile sanitario dello staff ANT di Brescia, che ha voluto spiegare l’importanza di questa donazione: Durante l’anno percorriamo complessivamente oltre 160.000 km per dare cure a pazienti che abitano in città e in 57 comuni limitrofi.

Dal 2018, con la nuova riforma sanitaria proposta da Regione Lombardia, l’impegno sarà maggiore perché dovremmo garantire la nostra assistenza in tutta la provincia. Ricevere oggi una nuova vettura agevola il lavoro dell’équipe di agevolare e consente di raggiungere il domicilio dei nostri malati – anche nelle ore notturne e nei giorni festivi – garantendo così interventi tempestivi ed efficienti, in modo tale che non vi sia alcuna necessità di trasferimento in ospedale e ulteriori traumi al malato.

“Siamo tornati per onorare una promessa – ha dichiarato Flavio Ferrari, amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto – Lo scorso aprile, quando abbiamo consegnato un’auto, ANT ha manifestato la necessità di averne un’altra per poter far meglio il suo lavoro. Avevamo preso un impegno e oggi lo rispettiamo. Sostenere le associazioni che, in vario modo, danno una mano ai malati di tumore fa parte della nostra mission; e la Fondazione ANT è sicuramente tra queste. Siamo convinti che saprà utilizzare al meglio anche il mezzo che vi doniamo oggi”.

Cancro Primo Aiuto ha finalità di solidarietà sociale nel campo dell’assistenza oncologica, contribuendo a finanziare personale medico, acquisto di mezzi e macchinari di ultima generazione, oltre a portare avanti iniziative proprie come il Progetto Parrucche che consente, alle donne costrette a sottoporsi a dei cicli di chemioterapia, di ricevere gratuitamente una parrucca di ottima fattura.

Tutti possono aiutare Fondazione ANT sia compiendo azioni solidali come Cancro Primo Aiuto sia partecipando alle attività di raccolta fondi. Per conoscere tutte le possibilità di sostegno alla Fondazione si può consultare il sito www.ant.it/lombardia, seguire la pagina Facebook ANT in Lombardia, chiamare il numero 030 3099423 oppure scrivere a delegazione.brescia@ant.it.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *