Tempo di lettura: 2 minuti

Non sono medici, ma curano. Non usano le medicine, ma l’arte. Non fanno guarire forse, ma certamente fanno sorridere. Sono i 30 “Dottor Sogni” che la Fondazione Theodora onlus porta in 41 reparti pediatrici di 17 ospedali italiani, accanto a oltre 7 mila bambini ricoverati e 105 mila familiari.

Si tratta di artisti professionisti selezionati, assunti e specificamente formati per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico.

Attraverso il progetto “Un sorriso per i bambini in ospedale”, Fondazione Theodora Onlus garantisce la visita individuale dei Dottor Sogni ai bambini ricoverati nei reparti di onco-ematologia pediatrica e ai piccoli pazienti che devono affrontare un intervento chirurgico: attività settimanali personalizzate in base a età, umore e condizione medica e familiare del piccolo paziente.

Per sostenere il progetto, fino al 3 febbraio è possibile inviare un sms o chiamare da rete fissa il numero solidale 45545 e donare così 2 oppure 5 euro.

I fondi raccolti permetteranno alla fondazione e ai suoi “dottor Sogni” di continuare la propria attività presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, il Policlinico Umberto I di Roma, l’A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli.

Si potrà inoltre sostenere, presso l’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano, il programma di accompagnamento chirurgico con cui i Dottor Sogni sono accanto ai bambini che stanno per affrontare un intervento e alle loro famiglie, dal momento dell’attesa pre-operatoria fino al risveglio. Ciò con l’obiettivo di distendere le ansie e abbassare il livello di stress del paziente e dei genitori.

In totale armonia con il personale medico e ospedaliero e nel rigoroso rispetto dei ruoli e delle competenze, i Dottor Sogni si prendono cura della “parte sana” del bambino, che vuole esprimersi con la fantasia, lo stupore, il sorriso, la risata e anche il pianto.

L’intervento dei Dottor Sogni non si traduce quindi in un semplice spettacolo di intrattenimento, ma mira a creare un rapporto di fiducia, di confidenza, basato sul gioco e sull’accoglimento delle emozioni.

Per questo progetto Fondazione Theodora Onlus può contare sul sostegno della testimonial Margherita Buy, che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione, e di altri volti noti come Antonella Clerici, Filippo La Mantia, Chiara Maci, Ilenia Lazzarin, Diana del Bufalo, The Pozzoli’s Family e gli sportivi Flavia Tartaglini, Romano Battisti, Valerio Cleri ed Edoardo Gori.

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *